facebook rss

La guardia medica estiva raddoppia.
Accordo raggiunto dal pool sicurezza. Scopri le novità

Il dottor Rea ha annunciato che il servizio di assistenza sarà avviato l’ultimo weekend di giugno e sarà attivo nei mesi di luglio, agosto e nel primo weekend di settembre, dalle ore 9 alle 19.
sabato 21 maggio 2016 - Ore 18:10
Print Friendly, PDF & Email


PORTO SAN GIORGIO Servizio di guardia medica raddoppiato (con la presenza anche nella sede dell’Avis), una copertura del servizio di assistenza sulla spiaggia più lungo nel tempo e l’aumento del numero dei defibrillatori. Sono le principali novità emerse per l’estate 2016 nell’ultima riunione del tavolo tecnico sulla sicurezza avvenuta ieri mattina il Comune. 
L’occasione è servita per fare il punto in vista della prossima stagione estiva e sostenere il  rilancio per il terzo anno consecutivo dei servizi di assistenza medica dedicati esclusivamente al Lungomare. Il progetto è originato da una iniziativa promossa dal sindaco Nicola Loira e da Sandro Serroni, esponente dell’associazione che porta il nome del figlio Nicolò, venuto a mancare nel 2013. 

Coinvolge anche Asur, Croce Azzurra, Avis, Protezione civile, Confcommercio, Fondazione “Serroni” Onlus, Ordine dei medici, e Rotary Fermo “Una scossa per la vita”, con il dottor Paolo Signore impegnato da diversi anni nell’organizzazione di eventi di solidarietà per acquisto e donazione di defibrillatori. Tra gli impegni principali del tavolo spicca la formazione del personale addetto all’utilizzo dei dispositivi e la distribuzione degli stessi nelle strutture.

Alla presenza del sindaco e del direttore del distretto sanitario dell’Asur n. 4 Vincenzo Rea, si sono riuniti il responsabile del 118 Fermo-Ascoli Flavio Paride Postacchini, la presidente della Croce Azzurra Marisa Trobbiani, Sandro Serroni, il presidente dell’Avis locale Sandro Santanafessa, il maresciallo della Capitaneria Gabriele Astelli, il tecnico formatore del personale Alfredo Properzi, il coordinatore della Protezione Civile Luciano Pazzi, la rappresentante del Cisom Loretta Gasparri, il maresciallo della Municipale Stefano Fermani, e il tecnico coordinatore della rete dei defibrillatore dell’Asur Roberto Toscanelli. “Mi ritengo soddisfatto dell’impegno e dell’entusiasmo dei volontari e della partecipazione convinta dell’Asur – spiega il sindaco Loira – con i suoi massimi rappresentanti ha fin da subito aderito al progetto, sostenendo economicamente la presenza dell’ambulanza estiva sul nostro lungomare. Ho sempre detto che la sfida di noi tutti non era organizzare ‘la rete’ ma mantenerla nel tempo e sono orgoglioso d’aver ritrovato tutti qui seduti per il terzo anno”Il presidente della Croce Azzurra Marisa Trobbiani, nel corso del confronto, ha chiesto maggiore coordinamento tra pubblica assistenza e Comune sulla definizione dei percorsi  per i mezzi, in particolare in occasione di lavori pubblici e manifestazioni. Annunciato il raddoppio della Guardia medica turistica, con presenza della stessa oltre che nella sede della Struttura sanitaria sangiorgese anche in quella dell’Avis. Nei prossimi giorni vi saranno le necessarie verifiche nella sede dell’associazione dei donatori di sangue per renderla funzionale. Nel frattempo proseguirà l’opera di revisione e collocamento dei defibrillatori, mentre le figure abilitate all’utilizzo proseguiranno il piano d’aggiornamento. Serroni ha infine annunciato che nella prossima iniziativa della Fondazione, prevista per il prossimo 5 giugno, verrà donato e collocato nel mercato coperto un nuovo defibrillatore. Sulla scorta dell’esperienza a Porto San Giorgio, l’Asur intende estendere il servizio anche ad altre località.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X