facebook rss

Bilancio, scricchiolii in maggioranza
la petizione salta al prossimo Consiglio

giovedì 26 maggio 2016 - Ore 11:39
Print Friendly, PDF & Email
Una seduta del Consiglio Comunale di Montegranaro

Una seduta del Consiglio Comunale di Montegranaro

MONTEGRANARO – Una seduta del Consiglio Comunale tesa, un dibattito serrato, un percorso non difficilissimo ma piuttosto aspro hanno portato l’Amministrazione Mancini all’approvazione del bilancio preventivo. Il dibattito è stato aspro ma, tutto sommato, non ci sono stati intoppi per la maggioranza. 
Di cose rilevanti ne sono capitate poche, nonostante il lungo dibattito. Abbiamo ascoltato la voce dell’assessore Strappa in un breve intervento, poi contestato da Gismondi e Zincarini. Le due consigliere di maggioranza Michetti e Latini , seppur invitate dal consigliere Carlo Pirro, non hanno illustrato la loro posizione sul bilancio se non col voto favorevole.
Sel si è astenuta, la minoranza ha votato compatta no, la maggioranza ha votato sì, e pare sia andato tutto come da copione. Interessante l’intervento di Beverati che si pone, per quanto con abile eloquio lo abbia fatto leggere tra le righe, in posizione critica nei confronti del progetto di viale Gramsci suffragando le ipotesi di mal di pancia interni. Secondo la sua posizione 20.000 euro a disposizione per il centro storico sono una cifra ridicola. Fatto sta che, soluzioni per il centro storico non se ne vedono.
E appunto la questione centro storico è tornata fuori a più riprese, sollecitata sia da Lucentini che da Pirro, tanto che si è ritenuto giustamente opportuno ritirare l’ultimo punto all’ordine del giorno, riguardante la petizione, appunto, sul centro storico, perché discuterne a tarda notte sarebbe stato improficuo e inopportuno. Così verrà posta al primo punto dell’ordine del giorno della prossima seduta.
Anche Basso ha rotto gli indugi e cambiato politica: mentre inizialmente era attendista e possibilista, ora è più mordace e contrario alla scelte della maggioranza. Lucentini e Gismondi hanno messo più volte alle strette la Giunta. Anche la Zincarini ha contestato duramente l’operato della Strappa.  Carlo Pirro che ha fatto un potente j’accuse sulle promesse fatte ai Cinquestelle e puntualmente disattese. Qualcuno parla di un possibile cambio di atteggiamento pentastellato. Vedremo.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X