facebook rss

Boom di visitatori nei Musei di Fermo

FERMO - In 20mila nei primi quattro mesi del 2016. L’assessore alla cultura Francesco Trasatti: "Determinante il contributo del biglietto unico"
venerdì 3 giugno 2016 - Ore 12:53
Print Friendly, PDF & Email
La sala del Mappamondo all'interno della storica biblioteca comunale di Fermo

La sala del Mappamondo all’interno della storica biblioteca comunale di Fermo

 

Crescono sensibilmente i visitatori dei Musei di Fermo. A parlare sono i numeri. Nei primi quattro mesi del 2016 (da gennaio ad aprile) le strutture museali cittadine, ovvero Pinacoteca Civica, Cisterne romane, spazio archeologico, Teatro dell’Aquila e Musei scientifici di Villa Vitali, sono state ammirate da 20.038 persone, una cifra doppia rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quando si sono attestate, invece, sui 10.745. E per la fine dell’anno in corso il dato complessivo sarà sicuramente di sostanziale aumento considerato che al termine del 2015 il totale dei visitatori è stato solo di circa 51.000 persone (di poco superiore al 2014 con 50.800 presenze e nettamente superiore al 2013 con 39.000 ingressi).

“Una progressività nei numeri che per questi primi quattro mesi del 2016 ha avuto il prezioso e determinante contributo dell’istituzione del biglietto unico – ha affermato l’assessore alla cultura Francesco Trasatti – una novità assoluta che ha fatto vedere sicuramente i suoi benefici effetti e che abbiamo fortemente voluto andando a rivedere il piano di accesso alle strutture museali cittadine bloccato al 2003”.

Scorrendo i numeri delle visite, da gennaio ad aprile, si nota infatti che a febbraio i visitatori sono stati 3.400 ma che, da marzo mese in cui il biglietto unico è entrato in vigore, dando la possibilità con un solo ticket di ammirare Pinacoteca, Cisterne, Teatro e Villa Vitali a 6,50 euro, il numero è arrivato a quasi 8 mila visitatori, circa 9 mila ad aprile.

L'assessore Francesco Trasatti

L’assessore Francesco Trasatti

Trend in crescita anche per le attività per le scuole, i laboratori didattici e gli ingressi delle scolaresche ai musei: da settembre 2015 ad oggi i partecipanti sono stati 2.300, totale che somma anche coloro che hanno usufruito della nuova aula didattica inaugurata solo lo scorso 16 aprile e, comunque, numero maggiore rispetto al periodo settembre 2014-giugno 2015 quando i partecipanti complessivi furono 2.100.

“L’aula didattica è stata molto apprezzata – prosegue Trasatti – ed è comunque di recentissima creazione, quindi questi numeri ci confortano. Di certo da settembre con il nuovo anno scolastico potremo registrare i numeri delle presenze in un lasso di tempo maggiore e con questo nuovo spazio più consolidato nella fruizione”.

A tutto questo si aggiungono le iniziative speciali, ad ingresso gratuito, che hanno visto presenze di rilievo nei musei cittadini come l’Open day Rubens, Tipicità in the city, la notte dei Musei o, nel caso più recente, le strutture scientifiche di Villa Vitali che in occasione dell’Eco Day hanno totalizzato 1.100 ingressi.

“E per domenica 5 giugno, come avevamo annunciato nel presentare il biglietto unico – ha ricordato l’assessore Trasatti – ingresso gratuito ai musei per tutti i residenti e ultimo giorno utile per visitare la prima delle quattro mostre delle opere donate dal Maestro Sandro Trotti alla Città di Fermo. Quella sulla maggiore fruibilità dei musei è un’azione che stiamo portando avanti con convinzione e forza, supportati anche da attestati quali il certificato d’eccellenza di trip advisor che abbiamo ottenuto ed i numerosi follower che seguono i musei sui canali social Musei di Fermo di facebook, twitter ed instagram”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X