facebook rss

La battaglia della Poderosa
fa esplodere di gioia il Bomboniera:
direzione A2

BASKET - Finale Montegranaro 86 - Pescara 70. Brutta parentesi a fine gara: danni ingenti a porte, appendiabiti e lavandini nello spogliatoio ospiti. (FOTO E VIDEO)
mercoledì 8 giugno 2016 - Ore 23:59
Print Friendly, PDF & Email
Gli ultimi secondi prima della festa

 

_DSC5598

 

(foto di Jacopo Pirro)

Una serie estenuante, una gara 5 con elmetto e baionetta, una Bombonera tornata quindici anni indietro e la Dino Bigioni Shoes fiacca la strenua resistenza della Amatori Pescara chiudendo la serie di finale playoff del girone D di serie B sul 3-2. Insomma, la Poderosa ha vinto il suo campionato, quello che ottobre a giugno l’ha portata su e giù tra le Marche, l’Abruzzo e la Puglia. Ma non basta ancora per gridare vittoria. Sabato (orario da definire, ma si gioca alle 18 o alle 20.30) i gialloneri saranno a Montecatini Terme per le Final Four che assegneranno le tre promozioni in A2: Gatti e compagni affronteranno di nuovo l’Eurobasket Roma, già incontrata nella semifinale di IG Basket Cup a Rimini, mentre nell’altra finalissima a sfidarsi saranno Apu Gsa Udine e Unieuro Forlì. Le due perdenti si sfideranno domenica alle 18 con in palio l’ultimo pass per la serie superiore._DSC5748
Come il resto della serie, è stata anche stasera un’autentica battaglia. Poco spazio per il bel gioco, una marea di falli (ben 64 in totale, più la doppia espulsione di Rajola e Di Trani) e partita che ben presto ha messo da parte tattica e tecnica lasciando spazio al temperamento e alla lucidità. E in questo la Dino Bigioni Shoes si è dimostrata perfetta nei momenti cruciali, mascherando alla grande le difficoltà al tiro da fuori (5/22 dall’arco) e tenendo per lunghi tratti fuori partita Pepe (eccellente il lavoro di Trionfo a suoi fianchi, i 23 punti del cecchino pescarese sono arrivati in gran parte a partita già compromessa). Eppure è stato proprio col tiro pesante che i gialloneri hanno scardinato la difesa arcigna della Amatori: sono stati i siluri di Rossi e Di Trani, in apertura di quarto periodo, a spingere infatti la Poderosa sul +13 spegnendo le speranze biancorosse.
La carica dei mille della Bombonera ha messo il turbo alla Dino Bigioni Shoes, che inizia il match in maniera elettrica. Broglia firma i primi due canestri del match poi si fa eclissare da tre falli rapidi, ma dalla panchina coach Steffé pesca proprio quel Serino fin qui silente nella serie: il mestiere del lungo napoletano (13 punti e tanto altro nel primo tempo) è fondamentale nella lotta sotto le plance, dove la Poderosa soffre nei primi 20’ pur tenendo quasi sempre il naso avanti (38-35 all’intervallo lungo). La tensione sale, volano colpi proibiti e non si segna più nel terzo periodo. È l’ora degli attributi e della lucidità e quelli di certo non mancano a questa Poderosa: l’esperienza di Rossi e Di Trani scava il solco decisivo e sulla disperata pressione a tutto campo della Amatori, che fruttano carovane di tiri liberi (addirittura 73 i tiri liberi tirati alla fine dalle due squadre) le mani giallonere non tremano. La Bombonera può esplodere di gioia, ma l’opera non è ancora completa: Roma ci aspetta al varco._DSC5614
Queste le parole di coach Steffè a fine partita: “Il primo pensiero che mi viene è che Forse doveva andare proprio così: arrivare a gara 5 con un enorme dispendio di forze, contro una avversaria che ha fatto una serie incredibile come Pescara e vincere davanti ad un pubblico del genere, in un palazzetto storico. Il mio secondo pensiero va a ciò che ho detto ai ragazzi prima della partita. Fare l’allenatore è un po’ da pazzi. Io mi sono innamorato di questo sport a 12 anni, ma il basket ti dà e ti toglie tanto. Ma non c’è stato un minuto quest’anno nel quale non fossi contento di andare in palestra a fare allenamento. All’inizio pensavo di essere fortunato, ma non è fortuna: è la qualità degli uomini che hai a farla. Il terzo pensiero va alla proprietà. Stiamo realizzando insieme un sogno. Quello che hanno fatto e fanno per noi e per la città è senza parole. Quello che mi è piaciuto rientrando negli spogliatoi a fine partita è che i ragazzi stavano già contando le ore di recupero in vista della partita di sabato contro l’Eurobasket Roma. Sanno che non vogliono avere un approccio negativo come quello che avevamo avuto a Rimini. Da ultimo voglio fare i complimenti a Pescara, una squadra di giocatori di grande talento allenata alla grande. È stato un onore giocare questa serie contro di loro. Abbiamo questi due giorni per recuperare un minimo le energie, li sfrutteremo al massimo per riuscire ad avverare quel sogno”.

DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO – AMATORI PESCARA 86-70
MONTEGRANARO: Fabi 2, Sanna 9, Serino 15, Gatti 10, Rossi 9, Broglia 6, Trionfo 7, Di Trani 7, Rosignoli 6, Diomede 15. All.: Steffè.
PESCARA: Pepe 23, Rajola 1, De Vincenzo 4, Di Fonzo 2, Di Donato 4, Bini 3, Capitanelli 17, Polonara 4, Mar. Timperi 12, Mat. Timperi. All.: Salvemini.
ARBITRI: Giulio Giovannetti di Rivoli (TO) e Antonio Bartolomeo di Cellino San Marco (BR).
PARZIALI: 17-15, 21-20, 13-9, 35-26.

_DSC5699

_DSC5625

_DSC5706


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X