facebook rss

Pericolo listeriosi, Terzoni:
“L’emergenza non è conclusa”

SALUTE - La deputata del M5S interviene dopo il terzo decesso avvenuto in regione a causa del batterio alimentare. "In materia di controlli la guardia va tenuta alta. L'Istituto zooprofilattico e l'Asur stanno ancora provvedendo alla tipizzazione dei ceppi"
venerdì 10 giugno 2016 - Ore 17:51
Print Friendly, PDF & Email
Patrizia Terzoni m5s

Patrizia Terzoni

 

«L’emergenza listeriosi ancora c’è». Interviene così la deputata Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei deputati, dopo la terza morte avvenuta in regione, quello di una donna di Recanati, a causa del batterio alimentare. La grillina sottolinea come «Non più tardi di due settimane fa, riportando la risposta del ministero della Salute ad una mia interrogazione e i dati del rapporto dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo, avevamo preannunciato che nel corso del 2016 si sarebbero potuti registrare ulteriori casi di decessi dovuti a listeriosi. E che, di conseguenza, in materia di controlli la guardia andava tenuta ancora alta». Terzoni ribadisce che l’emergenza non può dirsi quindi conclusa. «Il ministero ci ha garantito che i controlli sono stati intensificati – prosegue la deputata – i campioni di coppa di testa contaminati sono stati ritirati dal mercato, ma Asur e Istituto zooprofilattico stanno ancora provvedendo alla tipizzazione dei ceppi. Questo perché il 30% dei campioni ambientali dell’azienda agroalimentare produttrice della coppa di testa in questione sono risultati contaminati». La deputata chiederà un ulteriore sforzo in fatto di controlli, specie sulla tracciabilità dei prodotti. «Il caso non va soltanto superato e liquidato – conclude Terzoni – dobbiamo porre le basi affinché non si ripeta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X