facebook rss

“Orizzonti vicini”,
l’importanza delle spedizioni
per lo sviluppo delle pmi

FERMANO - Ots Spa, Università Politecnica delle Marche, Live (Spin-off dell'Ateneo), Cna, Cna Federmoda, Export Usa, Confindustria, Polo Tecnologico Produttivo Integrato e Istao (Istituto Adriano Olivetti), insieme per un progetto comune
sabato 11 giugno 2016 - Ore 17:50
Print Friendly, PDF & Email

Il lavoro di ricerca, commissionato da Ots spa, azienda che si occupa di spedizioni e logistica ha indagato sul ruolo strategico dei servizi di spedizione per lo sviluppo delle piccole e medie imprese sui mercati internazionali con l’obiettivo di analizzare come le aziende nei settori di abbigliamento e calzature percepiscono il ruolo delle spedizioni, come organizzano questo settore e come approcciano al tema degli Incoterms. La ricerca si è concentrata sui mercati del Nord America e la prospettiva di studio è stata quella della logistica integrata.

Daniela Catini, customer service Ots

Daniela Catini, customer service Ots

Sono state prese in esame 14 Pmi con un fatturato non inferiore a 2 milioni di euro, operanti nei settori di abbigliamento e calzature delle Marche – regione nel centro Italia che rappresenta un esempio perfetto per quanto riguarda le piccole e medie imprese a livello nazionale – presenti sul mercato del Nord America. La ricerca ha prodotto risultati interessanti, materia di studio al centro del dibattito organizzato da Ots Spa in collaborazione con l’Università e Live, in programma all’Istituto Istao a villa Favorita, il 15 giugno a partire dalle 14.30 a cui parteciperanno esperti e professionisti del settore. Alla tavola rotonda saranno presenti Antonio Franceschini, segretario nazionale di Cna Federmoda, Doriana Marini, amministratore delegato di Dienpi srl, Gian Luca Gregori, pro rettore dell’Università Politecnica di Ancona, Muriel Nussbaumer, amministratore delegato di Exportusa Corp. e Daniela Bernardi, direttore generale di Ots. A moderare l’evento Andrea Pancani, giornalista e caporedattore di La7. Secondo l’indagine emerge che molte delle imprese intervistate considerano le spedizioni internazionali come un elemento chiave per il conseguimento di un vantaggio competitivo. La fase della spedizione, e tutto ciò ad essa connessa, rappresenta infatti un punto tangibile di contatto tra l’azienda e il cliente e può contribuire alla creazione di valore influendo sull’immagine dell’azienda e sulla natura delle relazioni. Tema chiave della ricerca è stata anche la scelta dello spedizioniere, pratica importante soprattutto quando ci sia affaccia ad un mercato come quello del Nord America particolarmente esigente dal punto di vista normativo.

 

il professor Luca Marinelli

il professor Luca Marinelli

E’ stata analizzata anche la gestione degli Incoterms, dei principali vantaggi e svantaggi delle differenti categorie e dell’importanza della scelta giusta in ogni situazione. “Siamo consapevoli che il mercato negli anni è cambiato, così come il modello di fare business – spiega Gabriele Eleuteri, Manager Marketing di Ots Spa – E’ proprio per interpretare nel migliore dei modi questo cambiamento e per indagare sulle nuove esigenze dei clienti che nasce l’idea di commissionare questa ricerca di mercato. Un lavoro che serve ad interpretare il panorama delle piccole e medie imprese e il loro approccio al settore delle spedizioni nell’ottica di non essere più solo degli spedizionieri ma anche dei partner e dei consulenti capaci di anticipare e rispondere a tutte le richieste”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X