facebook rss

Il Fermano piange De Santis,
domani le esequie

FERMO - Una grande passione per la musica (guarda il video della sua canzone). Aveva pronto un cd tutto suo. I funerali nella chiesa di San Gabriele dell'Addolorata
lunedì 13 giugno 2016 - Ore 13:20
Print Friendly, PDF & Email
La canzone di Andrea De Santis
Andrea De Santis

Andrea De Santis

Cordoglio, incredulità, rabbia. Parole che possono bastare per descrivere lo stato d’animo con cui il Fermano sta convivendo con la tragica notizia della prematura scomparsa di Andrea De Santis, il giovane spentosi ieri pomeriggio, con ogni probabilità a causa di un arresto cardiaco (leggi l’articolo). De Santis viveva a Fermo, più precisamente di Campiglione, e solo martedì scorso aveva compiuto 19 anni. Il ragazzo soffriva già di alcuni problemi di salute che lo avevano costretto ad allontanarsi da una delle sue passioni: il calcio. Ieri pomeriggio, intorno alle 17, dopo essersi allontanato dalla spiaggia insieme a alcuni amici a causa del maltempo, mentre percorreva via Nazario Sauro per tornare all’auto, si è accasciato a terra e ha perso conoscenza. Immediata la chiamata al 118. Ma purtroppo per lui non c’era più nulla da fare. I sanitari della Croce azzurra hanno cercato di rianimarlo. Lo hanno anche intubato. Poi la corsa disperata all’ospedale dove, però, è spirato poco dopo gettando nella disperazione più assoluta la mamma Beatrice, il papà Stefano, il fratello Lorenzo, la sorella Ginevra, i parenti e tutti gli amici.  De Santis era molto conosciuto tra i suoi coetanei: aveva frequentato il liceo socio-psico-pedagogico Annibal Caro di Fermo. Ma al terzo anno di studi aveva scelto un’altra strada, quella della musica, nello specifico della batteria e delle percussioni. Studiava, infatti, all’accademia musicale Lizard di Porto San Giorgio e aveva praticamente pronto un suo cd. I funerali si terranno domani pomeriggio, alle 16, nella chiesa di San Gabriele dell’Addolorata di Campiglione di Fermo. Il comprensorio piange un altro suo giovane “figlio” andatosene troppo presto.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X