facebook rss

Troppi venditori abusivi in città,
Balestrieri:”Situazione invivibile”

lunedì 13 giugno 2016 - Ore 10:34
Print Friendly, PDF & Email

 

Andrea Balestrieri

Andrea Balestrieri

di Maikol Di Stefano

“I commercianti sono esausti ed impauriti, questa è una situazione che non può più andare avanti”. Tuona il leader di Fratelli d’Italia, Andrea Balestrieri, che denuncia una situazione “invivibile” data dalla presenza di troppi venditori abusivi sparsi nella città.

“Questo fenomeno ha un nome ben preciso, si tratta di accattonaggio. Sono giorni che ricevo telefonate da cittadini e titolari degli esercizi commerciali che vivono una situazione insostenibile – spiega il consigliere d’opposizione – è un danno d’immagine per il loro negozio avere costantemente, sull’uscio della porta, una persona che chiede l’elemosina, e subito dopo un’altra che prova a vendere in maniera abusiva indumenti o oggetti. Alcuni di loro hanno anche paura, non possono mandarli via perché temono delle ritorsioni”.

Una problematica, quella degli abusivi in città, che è sempre stata molto cara a Balestrieri che aveva portato la questione anche in consiglio comunale. “Avevo presentato una mozione, affinché si contrastasse il fenomeno, ma la maggioranza mi ha accusato di strumentalizzare quanto accadeva in città. Evidentemente loro non escono in strada, dato che basta girare e trovarne decine di venditori nel giro di poche centinaia di metri: bar, supermercati, negozi, chiese. Oramai sono ovunque – prosegue Balestrieri, che poi lancia una frecciata all’assessore Carlo Vallesi – Bisogna essere realisti, il fatto è che per contrastare questo fenomeno, servirebbe un ampliamento delle forze di polizia locale. L’assessore Vallesi si vanta molto dei vigili dei quartiere, allora che li istruisca ad essere più presenti anche all’esterno degli esercizi martoriati da questo problema. Il fatto che da giorni ricevo telefonate e messaggi, da parte dei cittadini, dei titolari dei negozi, è un esempio di quanto si possa essere ampliato il fenomeno”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X