facebook rss

Pedaso migliore spiaggia del fermano secondo Touring Club Italia e Legambiente

mercoledì 15 giugno 2016 - Ore 10:17
Print Friendly, PDF & Email

faro-marittimo-pedasoSono ufficiali le tre vele che promuovono Pedaso come al migliore spiaggia della Provincia di  Fermo secondo Touring Club Italia e Legambiente, un riconoscimento che premia il lavoro svolto  dalla piccola cittadina che solo poche settimane fa si era vista assegnare la Bandiera Blu a Roma.
La notizia è solo una conferma del buon lavoro attuato sulla costa da Pedaso, raccontato nella  nuova edizione della Guida Blu 2016 al “ MARE più BELLO” che segnala le località marittime  italiane meritevoli sotto il profilo della gestione del territorio, attenzione all’ambiente, servizi turistici,  manutenzione del tessuto urbano, offerta enogastronomica e non solo.
Grandissima soddisfazione da parte dell’Assessore all’Ambiente e Turismo Paolo Concetti: “Siamo una piccola realtà che sta crescendo in campo turistico, questo riconoscimento premia i nostri sforzi e il nostro impegno, ma soprattutto il buon lavoro di tutte le strutture turistiche e commerciali del territorio”.
Nelle Marche Portonovo e Sirolo hanno ottenuto quattro vele, mentre i comuni di Fano, Senigallia, Porto Potenza Picena, Grottammare e Pedaso sono state premiate con tre vele, Porto Sant’Elpidio e Cupra Marittima due vele e per finire Gabicce Mare, Numana, Porto Recanati, Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto una vela.
Pedaso è un piccolo comune che grazie alla sinergia delle tante associazioni locali, in primis la Pro Loco, promuove una estate ricca di eventi da Giugno a Settembre, con tante iniziative culturali e di divertimento per i turisti e per i suoi cittadini.
La Guida Blu racconta 300 aree costiere, non in maniera esaustiva, ma facendo una selezione basata soprattutto sulle buone pratiche a livello ambientale e di gestione territoriale. Alla scelta delle varie località hanno contribuito l’Istituto di ricerca Ambiente Italia, le analisi delle acque effettuate da Goletta Verde, i dati raccolti dai circoli locali di Legambiente e quelli elaborati da diverse banche dati sulla gestione dei servizi territoriali e turistici.
Con la guida Blu – spiega Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche – ogni anno vogliamo valorizzare la bellezza e le potenzialità delle Marche dando spazio alle buone pratiche di gestione del nostro territorio. L’attenzione al consumo del suolo e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, testimoniano come sia possibile soffrire meno della crisi ed essere località sempre più competitive. Nelle Marche c’è ancora grande potenzialità di crescita investendo sulla valorizzazione e la buona gestione
dell’ambiente e del territorio“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X