facebook rss

Folgore, niente domanda di ripescaggio
ma Giulianova si allontana

MONTEGRANARO - Il fatto di veder naufragato il progetto Folgore Veregra potrebbe portare alle dimissioni qualche figura di spicco dell’organigramma societario attuale
sabato 18 giugno 2016 - Ore 17:43
Print Friendly, PDF & Email

Folgore

L’ipotesi che nella prossima stagione vedrebbe la Folgore Veregra migrare a Giulianova con i diritti della D, così come circolato negli ambienti calcistici nei giorni alle spalle, nelle ultime ore si è ridimensionata. Bocche cucite dai diretti interessati ma fonti autorevoli vicine ai gialloblù, e nel contempo attigue anche agli ambienti della riviera teramana, scindono di netto la vicenda in due tronconi autonomi. A causa dello scarso attaccamento dimostrato da città, sponsor e dai tifosi folgorini, il management calzaturiero non presenterà domanda di ripescaggio in Serie D, al contrario di quanto trapelato in un primo momento. Ammesso e non concesso un esito favorevole dell’istanza, la Folgore rinuncia cioè a priori al tentativo di ripresentarsi ai nastri di partenza della quarta serie calcistica nazionale passando per le carte federali. Lo scoramento per il triste epilogo della stagione che sta volgendo al termine, culminata nell’amara retrocessione diretta, non ha però minato più del lecito lo spirito dei veregrensi che, a quanto pare, ripartiranno con tutta probabilità dall’Eccellenza. Progetto low cost per una rosa all’insegna della linea verde con, potenzialmente, qualche scommessa da piazzare nei punti nevralgici del campo. Per la panchina trapela già un nome: Marco Bucci, centrocampista centrale con trascorsi anche nell’allora Folgore Falerone e nei tornei addietro alla guida dell’Avis Ripatransone, impegnata in Prima Categoria. Il fatto di veder naufragato il progetto Folgore Veregra a causa dello scollamento tra squadra e società da una parte, dirimpetto a piazza e dna sportivo del pubblico locale dall’altra (da sempre principalmente ad appannaggio dal basket), potrebbe però portare alle dimissioni qualche figura di spicco dell’organigramma societario attuale . E’ il caso del presidente onorario Luciano Bartolini che, forte dei suoi contatti con Francesco Giorgini, Morris Carrozzieri e Francesco Mastromauro, rispettivamente ex allenatore, ex direttore sportivo ed attuale sindaco di Giulianova, potrebbe vivere da vicino la ripartenza dei giuliesi dal prossimo campionato di Promozione, con una rinnovata matricola pronta a scalare categorie sino a dimensioni più consone con il blasone ed il palato della gente abruzzese, sino ai primi anni del 2000 a godersi la Serie C1 (e quindi anche tanti derby dell’Adriatico con la Fermana Calcio 1920) sugli spalti gremiti del “Rubens Fadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X