facebook rss

L’Under 12 di tennis ai blocchi
di partenza, “in campo” anche Fermo

giovedì 23 giugno 2016 - Ore 17:21
Print Friendly, PDF & Email
circolo tennis 1

La conferenza stampa di presentazione del torneo (foto Loris Petrocco)

E fanno 34. Tante sono, infatti, le edizioni a cui è arrivato con quella che si aprirà il 25 luglio L’Eurotrophy Porto San Giorgio-european Junior tour 12&under, uno dei più prestigiosi tornei under 12 di tennis al mondo. E quest’anno scende in campo anche Fermo. Questa mattina, per presentare il torneo delle migliori racchette in erba al mondo si sono ritrovati il presidente del circolo tennis Cococcioni, Luca Quinzi, il sindaco Nicola Loira, gli assessori allo sport di Porto San Giorgio e Fermo, Valerio Vesprini e Alberto Scarfini, il presidente del comitato regionale Fit, Emiliano Guzzo, il maestro Antonio Di Paolo e i membri del direttivo del circolo, Francesco Pesci, Giulio Mosconi (segretario anche del torneo) e Paola Campanella che, nelle vesti di medico, ricoprirà un ruolo fondamentale nel torneo: gli atleti, infatti, caso più unico che raro in Europa in manifestazioni simili, avranno a disposizione H24 un ecografo. “Con questo torneo, arrivato alla 34esima edizione, siamo dinanzi alla storia dello sport, del tennis, della città, del territorio. E della regione. Che bello vedere tutti quei ragazzini che vanno a spasso in città per poi sfidarsi sul campo – le parole di Loira – un applauso alla tenacia e alla caparbietà del circolo che va avanti nonostante le sempre maggiori e diverse difficoltà. Con enorme piacere ci apriamo alla collaborazione con Fermo” .

Vesprini Loira Quinzi

da sin. Valerio Vesprini, Nicola Loira e Luca Quinzi (foto Loris Petrocco)

La città capoluogo di provincia, infatti, metterà a disposizione, almeno per le qualificazioni e i primi turni, due campi del circolo di via Crollalanza. Sì, legittimo pensarlo: Fermo mette dunque una pezza ai problemi del Cococcioni che da anni attende nuovi campi, preferibilmente a Porto San Giorgio, la sua città. Ma quei campi difficilmente arriveranno, almeno per il momento, perché la riqualificazione dell’area ex depuratore e la realizzazione di polo sportivo, un progetto annunciato quattro anni fa dall’amministrazione Loira, a questo punto, con le vicende legate alla società che in quell’area vanta diritti edificatori, è da considerarsi ormai tramontato tant’è che Loira spera nei fondi Coni per sistemare almeno il campo sportivo nuovo. “Stiamo per inaugurare un torneo che dona lustro alla nostra città. Con Scarfini collaboriamo da tempo” il punto di Vesprini che passa il microfono al suo omologo fermano: “Per noi è un motivo di orgoglio partecipare fattivamente. E poi il sindaco Calcinaro è anche un appassionato di tennis. Speriamo che la collaborazione nello sport possa allargarsi anche a altri settori”.

Quinzi Scarfini Guzzo

da sin. Luca Quinzi, Alberto Scarfini e Emiliano Guzzo (foto Loris Petrocco)

IL TORNEO

“Stiamo parlando quasi di un campionato del mondo di categoria su terra rossa – è il turno di Quinzi – è l’under 12 più antico d’Europa. Abbiamo ospitato, in tutti questi anni, ben 65 nazioni. All’edizione 2016 parteciperanno le federazioni, con i loro migliori talenti, di Inghilterra, Russia, Bulgaria, Croazia, Corea, Usa, Svizzera, Romania, Olanda, Canada, Malta, Sudafrica, Serbia, Francia, Bielorussia, Egitto, Lussemburgo e, ovviamente, l’Italia. Chi sono le nazioni papabili per la vittoria? Credo Usa, Russia, Croazia e Canada”. “Le Marche – il commento di Guzzo – sono la regione che organizza i tornei di gamma più importanti d’Italia. Come non menzionare anche i quarti di coppa Davis? Da noi avremo talenti come Buldorini o Cinotti. A dire la verità abbiamo lanciato l’idea di far collaborare le amministrazioni di Porto San Giorgio e Fermo già 8 anni fa. Ora ci siamo. La disponibilità di una struttura come il circolo fermano ci potrebbe consentire di organizzare anche eventi over, magari anche le qualificazioni agli Internazionali d’Italia”. A conclusione il siparietto tra Guzzo e Quinzi: “Siamo entrambi in scadenza – ricorda il presidente del Cococcioni – se lascia Guzzo, lascio anche io. Ma ho come l’impressione che mi rivedrete di nuovo qui”.

IL PROGRAMMA

Domani: sign-in qualificazioni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 20

Sabato e domenica: tabellone di qualificazione maschile e femminile con inizio alle ore 8, e sign-in principale dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. In serata, dalle 20, cerimonia di apertura del torneo al Cococcioni

Da lunedì a giovedì: i match

Venerdì 1 luglio: finale doppi e premiazioni

Sabato 2 luglio: finale singolare maschile e femminile e, a seguire, premiazioni e cerimonia di chiusura

g.f.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X