facebook rss

I libri di scuola? Si barattano per risparmiare

STUDENTI - Presentata l'iniziativa a sostegno delle famiglie che dovranno affrontare le spese per i nuovi libri di testo dei loro figli
venerdì 24 giugno 2016 - Ore 12:56
Print Friendly, PDF & Email

riu libri

Torna l’iniziativa promossa dai comuni di Fermo, Montegiorgio, dall’Ambito Sociale XIX e della ludoteca Riù. Obiettivo: abbattere i costi dei libri in vista del nuovo anno scolastico. L’ex mercato coperto di Fermo e il chiostro di Sant’Agostini a Montegiorgio ospiteranno il mercatino dello scambio e baratto dei testi scolastici di scuole medie e superiori. Si parte subito, dal 27 giugno al 7 luglio per una prima fase. Dopo un mese di pausa si ricomincia poi dal 22 agosto al 9 settembre con possibilità di estendere l’iniziativa.

Questa mattina la presentazione del progetto.“Un grazie all’Ambito ed ai comuni coinvolti – ha esordito l’assessore ai servizi sociali Mirco Giampieri – cambiare i testi ogni anno è un problema serio per le famiglie e credo si possa evitare. Pensate a due fratelli che, magari a distanza di due anni, non possono usare lo stesso libro. Abbiamo studiato questo sistema per far risparmiare qualche soldo in un periodo non facile”.
La lista dei libri di testo dei vari istituti è già uscita.
“Sono d’accordo con l’assessore per quel che riguarda il punto di vista negativo sui libri rinnovati ogni anno. Con questo mercatino vogliamo dare a genitori e studenti una bella possibilità, speriamo che i ragazzi ne sappiano approfittare.”

A fare da supervisore a questo appuntamento l’ambito Sociale XIX, coordinato da Alessandro Ranieri: “Un intervento questo legato al supporto alle famiglie e alla fragilità economica. Abbiamo scelto questi due comuni per garantire una copertura del territorio. Fermo che arriva fino alla costa e Montegiorgio che raccoglie il bacino dell’entroterra. Tutti i ragazzi sono invitati a partecipare anche dai comuni vicini. Saranno gli stessi ragazzi e le famiglie ad attivare il loro banchetto, gli spazi saranno divisi in zone ben definite” A spiegare meglio come funziona è Sibilla Martellini: “ Sono già arrivate telefonate dei genitori. Il mercato coperto ed il chiostro saranno suddivisi in base alle scuole, in modo che tutti possono facilmente capire dove posizionarsi.

Protagonista dell’iniziativa anche l’associazione Liberalibri, rappresentata da Elisa Lanciotti: “Abbiamo deciso di creare anche una bacheca con nome cognome e numero di telefono dove poter inserire il libro che si sta cercando”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X