facebook rss

La Banca della Provincia di Macerata chiude con successo la procedure di aumento di capitale

ECONOMIA - L’aumento di 4 milioni di euro del capitale sociale della BPrM è stato interamente sottoscritto in brevissimo tempo
venerdì 1 luglio 2016 - Ore 10:27
Print Friendly, PDF & Email

Banca Provincia di Macerata

La Banca della Provincia di Macerata dichiara conclusa con enorme successo la procedura di aumento di capitale sociale finalizzato allo sviluppo dell’operatività.
Nonostante la cronaca ci parli quotidianamente di grandi Istituti di credito italiani che hanno recentemente sperimentato una serie di difficoltà a reperire capitali sul mercato, l’aumento di 4 milioni di euro del capitale sociale della BPrM è stato interamente sottoscritto in brevissimo tempo.
“La Banca della Provincia di Macerata – spiegano i vertici-  grazie alle sue caratteristiche di vicinanza al territorio, si è dimostrata all’altezza delle sfide che la recente crisi ha imposto nel percorso di crescita dell’economia locale, dando prova di essere un’attiva protagonista nelle dinamiche economiche del territorio ed un intermediario attento alle esigenze dell’individuo, della famiglia, del professionista e della piccola e media impresa. Essere un istituto di credito locale ha rappresentato quindi un fattore competitivo nei confronti delle grandi banche extraterritoriali. Nonostante sia una Banca giovane, è riuscita con successo a superare la fase di crisi che ha caratterizzato l’economia del nostro paese negli ultimi anni, dimostrandosi stabile e solida dal punto di vista patrimoniale. La realizzazione dell’aumento di capitale è quindi il segnale di un riconoscimento degli sforzi e dell’attenzione mostrata dalla Banca nei confronti del territorio e di una rinnovata fiducia nella capacità dell’Istituto di continuare a perseguire la sua mission anche in futuro”.
La Banca della Provincia di Macerata desidera quindi: ” Ringraziare i suoi azionisti per aver continuato a credere ed investire in questa realtà, sostenendo la crescita e lo sviluppo dell’Istituto”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X