facebook rss

Le “parole della montagna” tornano a risuonare sull’Appennino

domenica 10 luglio 2016 - Ore 09:00
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

 

Un appuntamento che si apre con una due giorni di escursione sul Monte Bove e dintorni dal titolo “Racconti nella notte tra mito e avventura”, con l’antropologo Mario Polia, per proseguire il 18 luglio alle 18 con Barefoot Days, a piedi nudi nella natura con Andrea Bianchi. Alle 21 si aprirà la sezione cinema in collaborazione con il Trento Film Festival, con il film Solo di Cordata alla presenza del regista Davide Riva.
Il giorno successivo seconda tappa del Barefoot Days, a piedi nudi nella natura con Andrea Bianchi, stavolta nella vicina Montefalcone dove alle 21 verranno letti storie e racconti di montagna mentre alle 22 ci sarà la proiezione del film Pétit Bus Rouge del regista Sébastien Montaz-Rosset. Il giorno successivo alle 21 a Smerillo la proiezione di K2 – Touching the sky della regista Eliza Kubarska. Giovedì 21 alle 18 prenderà il via a Smerillo una mostra a cura di Cecilia Casadei con opere di Fabio Giampietro e Manuel Felisi, mente alle 21.30 lo psichiatra e sociologo, autore di diverse pubblicazioni, Paolo Crepet sarà protagonista dell’incontro su “Abisso e passioni, la vertigine dell’anima”.
Il festival Le parole della montagna continuerà poi a Smerillo fino al 24 luglio con ulteriori appuntamenti e con laboratori come quello del 23 e 24 luglio dalle 9 alle 10.30 del mattino, intitolati “Camminare sul filo, la vertigine del cambiamento”, con Andrea Loreni e Francesco Fabiano; con la meditazione intitolata Dalla mancanza di equilibrio ad una centrata connessione, e con la sessione di Hatha Yoga “Centrare il proprio corpo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X