facebook rss

Fermana, arrivano Sanchez e forse Petrucci

Il 21 luglio raduno della squadra, poi ritiro a Castelraimondo, Tim Cup (con ex squadre di serie B?) e amichevole a Fermo col Venezia di Inzaghi
venerdì 15 luglio 2016 - Ore 20:40
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Bartolomei

Sanchez

Angel Michael Sanchez

Dopo gli arrivi del difensore centrale Ferrante, del giovanissimo terzino Ghiani e dei jolly di centrocampo Margarita e Mariani, il quinto è Angel Michael Sanchez, attaccante classe 1998, proveniente dalla Pistoiese: nato a Santo Domingo, 1.79 cm di altezza, il diciottenne Sanchez nella scorsa stagione si è diviso tra la sua Società di appartenenza (dopo il Settore Giovanile era stato aggregato in prima squadra e disputava il campionato Berretti) e la Primavera dello Spezia dove si era recato in prestito a gennaio (7 presenze). «Le belle parole di Olczak, mio compagno alla Pistoiese, mi hanno descritto una realtà seria e organizzata in cui crescere bene e misurarsi con un bel calcio – le prime parole di Sanchez – non vedo l’ora di cominciare questa esperienza».

Petrucci_Andrea(03)

Andrea Petrucci

Il sesto “nuovo” arrivo invece potrebbe essere Andrea Petrucci, per il quale sarebbe un ritorno: ha già giocato nella Fermana 2009/10 dei presidenti Chiodini (prima) e Morroni (poi) e allenata da De Amicis prima e Beni poi.
Petrucci oggi ha 25 anni, è un attaccante esterno, bravo tecnicamente e valido atleticamente. Subito dopo la Fermana ha giocato un anno nel Settore giovanile dell’Ascoli, poi nella Maceratese (con cui ha incontrato la Fermana da avversario), poi Servigliano, Folgore, Porto d’Ascoli infine Monticelli con cui ha vinto un campionato di Eccellenza. Nella stagione appena conclusa ha indossato la casacca del Monticelli, in serie D, con cui ha siglato 6 gol.
Petrucci, che è un “pupillo” di mister Nico Stallone, piace anche a Flavio Destro che a quanto pare lo vorrebbe nella Fermana (per fargli indossare la fatidica maglia col numero 7) e una prima proposta c’è già stata: «Mi piacerebbe tornare a Fermo – ha confermato oggi a “Cronache Fermane” Petrucci, appena rientrato da una rilassante vacanza in Spagna – ma prima devo vedere bene e valutare tutte le alternative. Destro e Rodia? Non li conosco benissimo però spero di conoscerli presto» conclude l’attaccante ascolano, però sorridendo un po’.
Petrucci i tifosi lo ricordano (anche da avversario) come uno che in campo da tutto e non lesina energie, proprio come vuole mister Destro. In quella stagione 2009/10 (travagliata sia dal punto di vista societario che tecnico), appena diciottenne e alla sua prima esperienza lontano da casa, riuscì a siglare con la casacca canarina ben 7 reti dietro al suo concittadino Cacciatori (9 centri) e a Cicotello (8).

Intanto la macchina organizzativa per il ritiro precampionato è pronta a partire: giovedì prossimo, 21 luglio, convocazione e raduno al “Recchioni” per le visite mediche, dopo pochi giorni trasferimento a Castelraimondo, poi ritorno a Fermo per la “Tim Cup”, la Coppa Italia in cui la Fermana, avendo disputato i play off, sarà abbinata subito con squadre di Lega Pro: potrebbero essere addirittura uno o più delle retrocesse dalla B (Livorno, Modena o Como), oppure le promosse dalla D (come Samb o Parma), ma è ancora tutto da vedere, l’ufficialità arriverà solo tra una settimana. Subito dopo la Tim Cup, ultima fase del ritiro a Camerino, poi di nuovo a Fermo per l’amichevole col Venezia allenato da Inzaghi. Al ritiro dovrebbe aggregarsi anche quest’anno l’ex nazionale albanese Altin Hoxha, forte mediano di 26 anni, in attesa di tesseramento che quest’anno dovrebbe essere possibile entro settembre dopo i problemi burocratici di un anno fa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X