facebook rss

“Accendiamo una lampada” per l’Avis

sabato 16 luglio 2016 - Ore 18:57
Print Friendly, PDF & Email
Nicola Loira e Sandro Santanafessa

Nicola Loira e Sandro Santanafessa

di Carmela Marani

“Volontariamente, periodicamente, gratuitamente, anonimamente e responsabilmente. E’ racchiusa in queste cinque parole chiave la filosofia e l’attività dell’Associazione Volontari Italiani Sangue (Avis). Quando nella vita di tutti i giorni un incidente o una malattia portano ad avere bisogno di sangue, si vorrebbe poterlo trovare subito, del tipo compatibile, sano ed in quantità sufficiente. I volontari dell’Avis offrono un aiuto concreto e insostituibile.” E’ un sindaco, Nicola Loira, particolarmente motivato e orgoglioso a spiegare come la sede Avis di Porto San Giorgio sia una delle realtà più grandi a livello regionale “Partendo dalla raccolta del sangue e dei suoi derivati – prosegue il sindaco – la sede Avis è anche sempre molto attenta alle dinamiche della città collaborando fattivamente alle iniziative socio sanitarie. Per questa estate, ad esempio, ha messo a disposizione la sua sede per l’ambulanza che sarà a disposizione della costa.”
“Da parte nostra – precisa il primo cittadino – siamo sempre al fianco dell’associazione per le varie iniziative di proselitismo che tendono ad incentivare la raccolta del sangue ma anche iniziative destinate a realtà benemerite del territorio”.

“Proprio domani  alle 21.15 nel cortile Bazzani – interviene il presidente della locale sede Avis  Sandro Santanafessa ringraziando il sindaco per il sostegno – prosegue l’instancabile attività di proselitismo per coinvolgere soprattutto i giovani in questo piccolo grande gesto d’amore per gli altri e non solo.
Si tratta di un bellissimo Musical “Accendiamo la lampada” il cui ricavato verrà devoluto ai volontari che assistono gratuitamente i malati di cancro presso l’Ospis di Montegranaro. Contemporaneamente si potranno avere informazioni su come diventare donatore Avis ed anche iscriversi alla nostra associazione come pure all’Adisvo per la donazione del sangue del cordone ombelicale dei neonati”.
Insomma, il Fermano sprigiona energia nella solidarietà in tutti i campi.

Ma Santanafessa rivolge anche un appello ai donatori “C’è bisogno di sangue. Nel periodo estivo, vuoi per le ferie, perché distratti da altre attività o magari per il caldo… in pochissimi si recano a donare. E invece è ora che se ne ravvisa di più la necessità. Siamo arrivati al punto di non essere più autosufficienti come invece in altri momenti in cui inviavamo anche il surplus alla sede regionale. Rivolgo quindi un appello ai nostri donatori perché, prima di partire per le vacanze, facciano una capatina al Centro Trasfusionale dell’Ospedale per donare un po’ del proprio sangue che potrebbe contribuire a salvare una vita.”

Dal 2015 la provincia di Fermo con le sue sedi Avis  ha raggiunto l’autonomia nell’esaudire il fabbisogno di sangue ed inoltre riusciamo anche a fornirlo agli ospedali di Torrette (dove ce ne è un gran bisogno soprattutto per i trapianti) e di San Benedetto. Ma le necessità improvvise sono sempre dietro l’angolo, basta vedere il terribile incidente in Puglia.

“Chiedo ai cittadini – l’appello finale del presidente Avis  – di avvicinarsi alla donazione. Non costa nulla e può salvare una vita.
Partecipate anche numerosi allo spettacolo di domenica. Oltre a divertirsi con il musical, altre ad “accendere la lampada” si potrà accendere una fiammella nel cuore dei futuri donatori. Non cerchiamo sangue blu, ma donarlo è un atto nobile”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X