facebook rss

Van Gogh, Rubens, Hayez:
non è il Louvre, ma la mostra evento a Fermo

sabato 16 luglio 2016 - Ore 12:35
Print Friendly, PDF & Email
VAn gogh

Vincent Van Gogh, Les bretonnes et le pardon de Pont Aven

Hayez

Francesco Hayez, La Maddalena Penitente

Che non si trattasse di una semplice mostra il sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore Trasatti lo avevano lasciato capire. Nelle storiche sale di Palazzo dei Priori a Fermo sabato 30 luglio, alle ore 18, sarà inaugurata d’esposizione “L’anello di Cupra”. Icone della femminilità dalla preistoria a Rubens, da Van Gogh ai contemporanei. L’esposizione, a cura di Marcello Smarrelli è promossa dal Comune di Fermo, grazie all’iniziativa del Sindaco Paolo Calcinaro e del Vice Sindaco Francesco Trasatti. È realizzata con il contributo della Regione Marche, per interessamento dell’Assessore alla Cultura  Moreno Pieroni, e della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, mentre la produzione è affidata a Sistema Museo. Partner tecnico è DACA Vetrine d’Autore.

Il percorso espositivo presenta immagini e storie di modelli della femminilità attraverso reperti archeologici, opere pittoriche, sculture e installazioni di grandi artisti italiani e internazionali, tra cui Jacobello del Fiore, Rubens, Hayez, Van Gogh, Segantini, Previati, Giacomelli. L’esposizione, oltre a un importante nucleo di opere in prestito dalla Galleria d’Arte Moderna di Milano, attinge alle collezioni pubbliche e private di Fermo e del suo territorio, nell’ottica di valorizzazione del ricco patrimonio culturale delle Marche.
La mostra è stata possibile in particolare grazie all’interessamento dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno e di Paola Zatti, Direttrice della GAM di Milano, che hanno permesso il prestito di alcune opere chiave per il percorso espositivo, appartenenti alle collezioni civiche della città. L’evento rientra nell’ambito dei rapporti esistenti che lo scorso dicembre hanno consentito il prestito dell’Adorazione dei Pastori di Pietro Paolo Rubens conservata a Fermo, al centro della mostra monografica realizzata dal Comune lombardo a Palazzo Marino. L’opera tornerà a Milano per la mostra Pietro Paolo Rubens e il Seicento, in programma a Palazzo Reale per il prossimo autunno.
Significativo il ruolo svolto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali nella costruzione dell’operazione ed in particolare dalla Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio delle Marche, rappresentata dal già Soprintendente Anna Imponente e dal funzionario di zona Claudio Maggini.

Ne risulta una mostra concentrata e ricca di senso, un viaggio nella storia della rappresentazione della figura femminile, uno dei temi più cari all’arte di tutti i tempi, in cui le preziose opere della collezione permanente del Palazzo dei Priori di Fermo entrano in un serrato dialogo con i capolavori provenienti dai vari prestiti. La mostra sarà visitabile fino al 23 ottobre 2016.

le due madri

Giovanni Segantini, Le due madri,

 

ELENCO OPERE:

– Ciottolo di Tolentino, paleolitico, Museo Archeologico delle Marche, Ancona
– Anellone a sei nodi, IV-V secolo a.C., Mostra permanente archeologica, Fermo
– Testa di Venere/Cupra, I secolo d.C., Museo Archeologico di Ripatransone (AP)
– Jacobello del Fiore, Storie di Santa Lucia, 1410, Pinacoteca Civica di Fermo
– Michele di Matteo, Sogno della Vergine, 1445, Musei Civici di Pesaro
– Pallade, bronzo, 1575-99, Musei Civici di Pesaro
– Peter Paul Rubens, Adorazione dei Pastori, 1608, Pinacoteca Civica di Fermo
– Giovanni Francesco Guerrieri, Cleopatra, olio su tela, fine XVII secolo, Quadreria della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano
– Silvestro Amanzio Moroncelli, Mappamondo, 1713, Biblioteca di Fermo
– Francesco Hayez, La Maddalena Penitente, tavola/pittura ad olio, 1833, Galleria d’Arte Moderna, Milano
– Vincent Van Gogh, Les bretonnes et le pardon de Pont Aven, acquarello su carta applicata su cartone, 1888, Galleria d’Arte Moderna, Milano
– Giovanni Segantini, Le due madri, olio su tela, 1889, Galleria d’Arte Moderna, Milano
– Gaetano Previati, La quiete, pastello su cartone telato, 1901, Galleria d’Arte Moderna, Milano
– Adolfo De Carolis, Donna con foulard rosso, olio su tela, Collezione Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo
– Mario Giacomelli, Ritratto a mia madre, 1955, Musinf/Museo Comunale d’Arte Moderna di Senigallia
– Osvaldo Licini, Amalassunta su fondo blu, olio su tela, 1959, Galleria d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini, Ascoli Piceno
– Lorenzo Cianchi e Michele Tajariol, NASR, 2014, CapoTrave/Kilowatt Festival, Sansepolcro
– Andrea Salvino, Troppo presto troppo tardi, 2015, Studio Sales, Roma
– Matteo Nasini, Veni Echo, 2016
– Francesco Barocco, Senza titolo, 2016, Norma Mangione Gallery, Torino
– Mark Boulos, The Gospel According to Mary Magdalene #1, #2, #3

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X