facebook rss

Palazzina hot,
lo sfogo dell’amministratore

mercoledì 20 luglio 2016 - Ore 08:05
Print Friendly, PDF & Email

prostituta

Non è una novità che la costa elpidiense sia ricettacolo di prostituzione. Ma di certo non capita tutti i giorni che un amministratore di condominio prenda carta e penna e scriva una lettera aperta. E alzi il sipario sulla diffusione del fenomeno anche in zona collinare, verso Sant’Elpidio a Mare. E’ quanto ha fatto un amministratore di una palazzina in via Fratte, zona Bivio Cascinare, Paolo Cesanelli: “Nel fabbricato di cui sono amministratore ci sono appartamenti che sono luoghi di amori a pagamento”. E la denuncia è servita. Quelli che Cesanelli descrive nella sua missiva sono i classici incontri domestici tra lucciole e clienti: i secondi arrivano in prossimità del condominio, le prime scendono. Poi insieme risalgono in casa. E dopo una ventina di minuti i clienti se ne vanno. Un sistema ripetuto più e più volte nell’arco delle serate. E così Cesanelli incita tutti a “verificare puntualmente in quegli appartamenti e palazzine che vengono segnalati, i contratti di locazione o sublocazione/cessione a qualsiasi titolo, accertare chi veramente abita o lavora in quegli immobili. Questo è necessario e urgente” perchè “i cittadini non vanno lasciati soli a fronteggiare fenomeni ambigui e socialmente pericolosi. Non si tratta solo di problemi morali, con donne che entrano e escono più o meno vestite, urla e imprecazioni, imbarazzi di genitori e figli. Si tratta di combattere un fenomeno inquietante anche dal punto di vista criminale. E’ necessario che Comune e forze dell’ordine si attivino”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X