facebook rss

Flash mob e ciclostorica
a tutela delle strade bianche

MONTELPARO - Lo scopo è richiamare l’attenzione su un patrimonio paesaggistico che sta lentamente scomparendo, un tratto caratteristico delle colline marchigiane in gran parte ricoperto dall’asfalto o abbandonato al degrado
venerdì 29 luglio 2016 - Ore 11:32
Print Friendly, PDF & Email

Montelparo

A Montelparo è tutto pronto per l’annuale viaggio nel tempo. Domenica, “I Forzati della Strada”, gli appassionati di ciclismo d’epoca, si ritroveranno nell’incantevole borgo dell’entroterra fermano per rivivere le emozioni di un ciclismo romantico, che non c’è più, spazzato via dalla tecnologia. “La manifestazione, infatti, richiama i tanti ciclisti “malati” di nostalgia, da tutta Italia e anche dall’Europa, desiderosi di immedesimarsi – fanno sapere gli organizzatori – nei campioni del passato, di provare le suggestioni dei pionieri che hanno scritto la storia del ciclismo. Si pedala su biciclette d’epoca indossando indumenti in lana, preservati dal tempo e dalle tarme, su quelle strade che in passato sono state solcate anche dalle ruote di Coppi e Bartali. I partecipanti vogliono provare a immedesimarsi nei campioni del passato. Da qualche anno le ciclostoriche sono diventate un fenomeno di moda che dall’Italia sta contagiando il resto del mondo. “I Forzati della Strada” è stata fra le prime manifestazioni del genere, nata sette anni fa con l’intento di riscoprire il piacere di andare in bici e di porre l’attenzione su quelle strade secondarie dell’entroterra che, con qualche piccolo “ritocco”, potrebbero diventare delle autentiche strade ciclabili e, di conseguenza, un volano per un turismo alternativo.
Per ribadire questa vocazione, infatti, da qualche anno la ciclostorica “I Forzati della Strada” si è trasformata in un “Flash mob” per amanti del ciclismo d’epoca con lo scopo di richiamare l’attenzione su un patrimonio paesaggistico che sta lentamente scomparendo: le strade bianche. Quello che fino a qualche anno fa era un tratto caratteristico delle colline marchigiane, è stato in gran parte ricoperto dall’asfalto o abbandonato al degrado.
Le strade bianche sono anche un patrimonio della memoria che potrebbe essere sfruttato come risorsa per una viabilità alternativa, oltre che per riscoprire il piacere di viaggiare “slow”, immersi nella natura intenti a riscoprire una dimensione di vita meno frenetica. Un primo passo per andare alla riscoperta di un mondo ormai dimenticato, con il suo corollario di tradizioni e di valori. Un invito a riscoprire la nostra storia. Come ogni anno a Montelparo, il paese che ospita il Museo della Bicicletta legata agli antichi mestieri, arriveranno anche diversi campioni del passato, corridori che hanno contribuito a scrivere la storia del ciclismo. Il ritrovo per il Flash mob è fissato alle 7,30, alle 8 chi vuole può provare ad avventurarsi in bici sulle strade dei “Forzati della Strada” scortati da auto e moto d’epoca. Il percorso completo è di circa 70 chilometri. Alle 13 è previsto il pranzo, d’epoca anche quello, con i piatti della cucina contadina del Fermano allestita grazie al sostegno del Comune di Montelparo. Info: www.iforzatidellastrada.it”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X