facebook rss

Notte in Centro: scarsa informazione,
lo sfogo della famiglia Turrini

venerdì 29 luglio 2016 - Ore 10:52
Print Friendly, PDF & Email

turrinimoda

 

di Maikol Di Stefano

“L’amministrazione comunale non può fare da garante solo alle attività iscritte a Vivi il Centro”. E’ polemica fra la famiglia Turrini e l’assessorato al turismo di Porto Sant’Elpidio. Dibattito ancora aperto dopo la “Notte in Centro” di una settimana fa. Una serata organizzata per l’appunto dal comune elpidiense, in collaborazione con l’associazione dei commercianti del centro.

“La notte bianca è stata organizzata da due realtà che dovrebbero essere ben distinte, una è quella di Vivi il centro l’altra è l’amministrazione comunale della città. Io non essendo iscritto alla prima, non mi aspetto che quest’ultima venga a bussare al mio negozio e m’informi delle attività che la riguardino, tantomeno che siano loro a fornirmi materiale pubblicitario perché giustamente curano gli interessi dei propri associati. – spiegano Andrea e Peo Turrini, che in città gestiscono il negozio d’abbigliamento Turrinimoda avviato da quasi 60 anni – Quello che non capisco è il perché non lo faccia l’amministrazione comunale. Noi ci siamo trovati ad arrivare al giorno della festa, che per avere informazioni ci siamo dovuti appoggiare ad alcune attività di via Principe Umberto che ci hanno informato di quanto sarebbe avvenuto. Tra le varie notizie che ci erano state date, anche quella che il comune in accordo con Vivi il Centro, si sarebbe occupato delle spese riguardanti la Siae per i vari esercenti del centro città. Una realtà che però a poche ore dall’evento è stata completamente stravolta. Infatti è emerso che il comune avrebbe pagato sì i costi di Siae, ma solo alle attività commerciali che avevano fatto richiesta. Come potevamo fare una richiesta noi, se il comune stesso ha fatto informazione solo agli iscritti di Vivi il Centro? Una risposta che – secondo la famiglia Turrini –  non mi ha saputo dare neanche l’assessore Milena Sebastiani, la quale prima ci ha assicurato di ricontattarci, ma poi per tutta la giornata di venerdì a poche ore dalla festa sì è negata, costringendoci a dover annullare l’evento in programma”.

Famiglia Turrini che sottolinea come, in questo caso, la responsabilità non sia di Vivi il Centro, ma del comune e dell’assessorato al Turismo. “Vivi il centro fa gli interessi dei suoi tesserati, ma il comune non può permettersi lo stesso comportamento, – prosegue la famiglia Turrini – l’evento non era stato organizzato solo dall’associazione, ma portava chiaramente il nome del comune di Porto Sant’Elpidio, comune che però alla fine dei conti ha fatto gli interessi di pochi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X