facebook rss

Agostini: “Semafori intelligenti,
ecco la verità nascosta”

domenica 31 luglio 2016 - Ore 11:56
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Agostini

L’ex sindaco Andrea Agostini, con in mano la risposta alla sua interrogazione ad hoc, riaccende i riflettori sui semafori intelligenti con le telecamere a vigilare su chi passa col rosso e chi supera la linea di arresto: “I giornalisti hanno chiesto al sindaco Loira se vi fosse e quale cointeressenza economica ulteriore, tra il Comune ed il privato, rispetto al canone di noleggio e manutenzione delle apparecchiature di rilevazione automatica, senza però avere mai risposta, che se positiva avremmo l’arbitro della partita schierato con la squadra avversaria.
Per avere questa ed altre informazioni, che in una sistema trasparente, che non ha nulla da nascondere o di cui vergognarsi, dovrebbero essere fornite da subito da parte dell’amministrazione, è stato necessario che noi 100% civico prendessimo l’iniziativa con interrogazione e soprattutto istanza di accesso agli atti.
Abbiamo così il contratto a rogito avvocato Carlo Popolizio del 25/5/16 dove oltre al canone mensile di ciascuna singola apparecchiatura di euro 390 oltre iva, il privato percepisce per ogni verbale elevato e trattato in violazione dell’art.146 co.3 CdS che comporta decurtazione di punti della patente, al netto delle spese, giallo tarato a 4 secondi, euro 32 oltre iva.
Confermati gli importi che avevamo già fornito a dispetto delle ciance menzognere della Loira & co.: nel 2014 sono stati elevati verbali per euro 344.802/41, nel 2015 per euro 660.764/08 e nel 2016 dal comune prevedono di accertare sanzioni per euro 1.217.110/00, di cui euro 662.210/00 solo da infrazioni semaforiche, quindi in soli 6 mesi correnti dalle ore 7 di sabato 25/6/16.
Si scopre che “segnaletica (non stradale) di avviso” è stata apposta il giorno prima dell’attivazione del servizio e pure la mattina stessa. La segnaletica a terra “ripassata” nelle notti di due e tre giorni dopo. Insomma non solo nessuna campagna preventiva di informazione, ma addirittura azioni di aggiustamento successive all’avvio delle operazioni di accertamento.

Circa il superamento della striscia di arresto, le comiche. Letto l’assessore competente Vesprini asserire che “non è varcando di poco la linea con il muso dell’auto mentre si attende il verde che arriva la multa” mentre altro assessore la Ciabattoni afferma che “per essere sanzionati bisogna oltrepassare la riga bianca con tutte e quattro le ruote”, abbiamo domandato quale fosse la tolleranza consentita: la risposta dal Comandante della Polizia Municipale è stata che, come per legge, non esiste tolleranza. Allora abbiamo chiesto al sindaco Loira se non ritenesse che le erronee dichiarazioni pubbliche dei suoi assessori, che né lui né altri avevano pubblicamente smentito, potessero avere creato confusione tra gli automobilisti ed i motociclisti incorsi in sanzioni: la risposta è stata secca, una sola sillaba, una consonante ed una vocale: “no”.
Del resto Vesprini e Ciabattoni, viabilità e sicurezza stradale, commercio e turismo, che potevano sapere se neppure c’erano in giunta quel 5/5/15 quando Loira e Gramegna, Bisonni e Talamonti, hanno deliberato i semafori intelligenti per il bene di noi tutti ?
Entro massimo il 23 settembre, 90 giorni dall’infrazione, la notifica del verbale al primo contribuente”.

semafori t-red


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X