facebook rss

“Loira? Che nervosismo preelettorale”,
il sarcasmo di Agostini

PORTO SAN GIORGIO - L'ex sindaco al vetriolo: "Avere scritto graziose letterine ai tuoi vertici Pd di Regione e Provincia, come avere denunciato le divinità dei mari, sono iniziative buone a nulla"
martedì 9 agosto 2016 - Ore 13:39
Print Friendly, PDF & Email
Andrea Agostini

L’ex sindaco Andrea Agostini

Questa volta le scintille tra il primo cittadino Nicola Loira e il suo predecessore Andrea Agostini arrivano dai detriti in spiaggia. Pomo della discordia? Una foto postata sui social network dall’ex sindaco. I detriti depositatisi in spiaggia ieri hanno indispettito non pochi bagnanti. Idem per i trattori all’opera per rimuoverli. Ma il sindaco punta i piedi: “No a speculazioni politiche. Subiamo tutti una situazione derivante dai fiumi e dall’entroterra. Ho scritto a Regione e Provincia, ho presentato un esposto alla Procura. Ora basta (leggi l’articolo)”. Ma poi arriva lo scontro diretto col suo predecessore: un post sui social network di Agostini, il comunicato al vetriolo del sindaco.

unnamed

il post su Facebook di Agostini

 

 

“Ieri mattina ero in studio a lavorare quando ho ricevuto una serie di foto su Whatsapp da un turista, il quale, dopo essersi qualificato, si è detto indignato per lo stato della spiaggia, il lungomare sud di Porto San Giorgio colmo di detriti in piena mattinata nella settimana di ferragosto. Gli ho chiesto come avesse avuto il mio numero e mi ha detto di avere chiesto chi rappresentasse l’opposizione all’attuale amministrazione. Tant’è. Mi limito a pubblicare una sola foto, scattata alle 10.45, foto che otterrà 3.300 visualizzazioni in 24 ore. Non dico parola, non esprimo commento, non imputo nulla a nessuno, giro solo sui social una foto che attesta oggettivo lo stato dei luoghi. Neanche il tempo di pubblicare la foto e parte immediato un feroce comunicato stampa del sindaco che mi accusa di “vergognosa speculazione elettorale”, di “giocare ad imputare al Comune le conseguenze del maltempo”, dimostrando “povertà di argomenti di chi per tornaconto personale non ha affatto a cuore le sorti della città e fa solo sciacallaggio elettorale” (leggi l’articolo). Caro Nicola, la soluzione ai problemi non è la censura di una foto come nelle peggiori dittature. Credi davvero che al turista interessi qualcosa di me o di te ? Al turista interessa solo godere della vacanza per la quale paga. Il problema non è la foto, ma quello che i turisti hanno visto con i loro occhi e che tu vuoi nascondere.

Piuttosto prendi atto che, non essendo questa la prima mareggiata che lascia detriti in spiaggia cogliendo la tua amministrazione impreparata, la stessa amministrazione del ripascimento dell’arenile in piena estate e del porto interdetto per la seconda volta in due anni, stai fallendo e le iniziative assunte finora sono assolutamente sterili.
Avere scritto graziose letterine ai tuoi vertici Pd di Regione e Provincia, come avere denunciato le divinità dei mari, sono iniziative buone a nulla.
Destinare maggiori risorse alla cura dell’arenile, più soldi, più uomini, più mezzi, questa sarebbe stata l’azione da compiere da parte di un amministratore competente e capace che ama la sua città ed intende preservarne l’immagine di città turistica balneare. Ma non importa Nicola, stai sereno per le prossime elezioni, sei una brava persona e tanto basta”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X