facebook rss

Tiro con l’arco: trionfa Castello

martedì 9 agosto 2016 - Ore 10:23
Print Friendly, PDF & Email
Il grido della vittoria

arco 14

di Silvia Remoli e Alessandro Giacopetti

 

Nella seconda serata delle Hostarie in Piazza si è disputata l’antica competizione del Tiro con l’Arco che ha visto vittoriosa la Contrada Castello. Nel Piazzale del Girfalco, antistante la Cattedrale di Fermo, i due arcieri
Alieto Giammarini e Marco Leoni hanno centrato il bersaglio totalizzando il miglior punteggio di 550 punti e distanziando di ben 25 punti San Martino 525. Terza classificata è stata invece la contrada Capodarco.

“Questa vittoria è una soddisfazione grandissima per tutti noi. Alieto Giammarini e Marco Leoni sono una coppia di arcieri ormai molto affiatata e come contradaioli partecipano in maniera attiva alla vita di contrada, è una gioia che riescano a primeggiare. Con il titolo conquistato siamo ad una sola lunghezza di distanza da chi ha il primo posto nell’albo d’oro, speriamo di poter dare continuità a quanto fatto”.  E’ il commento a caldo di Marco Mancini, priore della contrada Castello che ieri sera, sul piazzale del Girfalco, ha conquistato con 550 punti il primo posto nel gioco storico dedicato agli arcieri e cioè il Tiro all’Astore e messo in archivio la quarta vittoria dopo quelle del 2010, 2013 e 2015.  Quarto posto per i tiratori della contrada San Bartolomeo (ancora primi nell’albo d’oro con 5 vittorie negli anni 1996 – 1997 – 1998 – 1999 e 2003), con Cristian Nasini e David Bonfigli che hanno totalizzato 455 punti; al terzo posto la contrada Capodarco, sono 490 i punti segnati da Maurizio Marinozzi e Gimmy Pagliarini; secondo posto per San Martino, con i 525 punti realizzati da Renato Montagnoli e Alessandro Montagnoli.

Anche la serata di ieri ha avuto un’importante cornice di pubblico, come evidenziato dal Sindaco e Presidente della Cavalcata Paolo Calcinaro: “Ringrazio i 20 arcieri che stasera hanno dato il proprio meglio in uno scenario unico – ha detto prima di premiare le squadre vincitrici – è impressionante vedere quante persone si stanno riversando in questi giorni a Fermo e nel centro storico, e sicuramente sarà così fino al giorno della corsa al Palio. Risultato importante, merito del grande lavoro dei contradaioli e dei fermani”.
“Il nostro ringraziamento – ricorda Oberdan Cesanelli, regista della Cavalcata dell’Assunta – va anche al giudice arbitro Daniele Di Valerio, che con la sua presenza e la sua competenza ha seguito anche quest’anno la gara”.
Come tradizione, riconoscimenti da parte della Cavalcata dell’Assunta per tutti i partecipanti e trofei per i primi 4 classificati, consegnati dal Sindaco Calcinaro, dal Presidente Onorario Silvio Dionea e dal vice Presidente Leonello Alessandrini. Un premio speciale è andato alla contrada Campiglione, che ha portato in gara una squadra tutta al femminile con Erica Pomili e Susanna Sabbatini.

Se quella del tiro alla fune, in programma questa sera, è la competizione che si contraddistingue per forza a passione, la gara di ieri è stata all’insegna dell’eleganza e della precisione. Tanti i bersagli non facili da affrontare. Quello con i piatti, con lo scudo basculante, la fascia di grano, il campanello. Buona anche la presenza di pubblico che alla fine, insieme al sindaco Paolo Calcinaro, si è stretta con un grande applauso attorno ai vincitori.

 

arco 16

arco 15

arco 12

arco 13

arco 11

arco 8

arco 10

arco 2

arco 17

arco 1

arco 6

arco 7

arco 4

arco 5

arco 3


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X