facebook rss

In 1.300 per il corteo
della Cavalcata dell’Assunta

domenica 14 agosto 2016 - Ore 13:05
Print Friendly, PDF & Email

tratta dame cavalcata

Ci siamo, inizia la due giorni all’insegna della Cavalcata dell’Assunta. Saranno oltre 1.200 i figuranti che questa sera rinnoveranno il rito dello storico corteo religioso per rendere omaggio all’Assunta. Parlando di corsa al Palio invece, in queste ore si va completando il quadro dei fantini confermati (leggi l’articolo). Le contrade possono effettuare cambiamenti fino alle ore 20 di oggi, domenica 14 agosto.

tratta cavalcata sindaco calcinaro

Il sindaco Paolo Calcinaro

IL CORTEO STORICO IN NOTTURNA
Intanto questa sera entreremo a pieno nella magica atmosfera della rievocazione storica fermana, con lo splendido corteo storico in notturna, che culminerà al Duomo per la liturgia della parola officiata dall’Arcivescovo di Fermo Monsignor Luigi Conti e la benedizione del Palio 2016 realizzato dall’artista Luca Corrina e svelato al pubblico lo scorso 31 luglio a Porta San Francesco.

L’Assessore Mauro Torresi, con delega alla Cavalcata si dice molto soddisfatto: “E’ il momento di approfittare di questo contagioso ottimismo che sta pervadendo la nostra città, avvicinandoci sempre più verso il clou della manifestazione simbolo dell’estate fermana. Ci sono ottime novità lungo il percorso, perciò speriamo che tutto vada per il meglio e che l’affluenza sia degna dell’evento e dell’impegno costante dei contradaioli“.
Il ritrovo per i circa 1300 figuranti, in abiti del XV secolo, è nella zona di Porta Santa Lucia per le 20.45, con Cernita, Municipalità e contrade che si innesteranno nel corteo da Corso Marconi, via Visconti d’Oleggio e via Montani, mentre le delegazioni ospiti di Acquaviva Picena e Grottazzolina da via Ostilio Ricci.
Il deputato apricorteo con bacchetta, designato a dare il passo a tutti i figuranti, è Orlando Ramini, che indosserà il vestito realizzato quest’anno dagli studenti dell’IPSIA “O.Ricci” di Fermo e ispirato ai dipinti di Benozzo Gozzoli. L’alfiere che porta il Messale De Firmonibus con la riproduzione della Pagina Miniata sarà Marco Marziali.
Oltre al Sindaco e Presidente della Cavalcata dell’Assunta Paolo Calcinaro nelle vesti del Podestà, sfileranno anche gli assessori Mauro Torresi, Alessandro Ciarrocchi, Mirco Giampieri, Alberto Maria Scarfini e Ingrid Luciani, il Presidente del Consiglio Comunale Lorena Massucci e una rappresentanza dei consiglieri composta da Pierluigi Malvatani, Luigi Rocchi, Massimo Monteleone e Giambattista Catalini. I vice presidenti della Cavalcata Leonello Alessandrini e Remo Giacobbi saranno rispettivamente Vessillifero di Giustizia e Cancelliere, mentre Gaudenzio Santarelli il Magistrato. Nel corteo anche il rappresentante della Camera di Commercio Primo Tacchetti.
Caterina Baffoni sarà la dama del Palio e indosserà un abito tratto dai dipinti dell’Oratorio di Santa Monica a Fermo.
Il corteo si dirigerà nella chiesa Cattedrale, dove si procederà all’offerta del cero votivo e dei doni, la solenne Liturgia della parola e la benedizione del Palio.
Al termine, sarà intonato un inno dedicato a Maria Assunta, una preghiera con cui le contrade chiedono protezione e grazia. Il testo è tratto dalla Missa “Assumpta est Maria” composta da Giovanni Pierluigi da Palestrina, mentre la musica è stata composta dal Maestro Maria Pauri, organista e direttrice del coro della Concattedrale San Domenico di Fermo. L’organico è composto dai musici della Cavalcata dell’Assunta quali i tamburi Marco Mannucci, Giada Serafini, Sara Montagnoli, Giorgio Leoni, dalle chiarine Stefano Rocchetti, Gilberto Sandroni, Alessandro Montagna e Simone Pantanetti e un coro a voci pari.

Davide Busatti - mossiere

Davide Busatti – mossiere

IL GIORNO DELLA CORSA AL PALIO
Domani, il 15 agosto, si inizierà la giornata con la Messa Pontificale in onore della Madonna Assunta, alle 11.30 al Duomo, officiata dall’Arcivescovo Conti, alle 15 il corteo storico da Corso Cefalonia a viale Vittorio Veneto, con il commento della speaker Gaia Capponi, per poi attendere l’inizio della corsa al Palio, con la “mossa” cioè la partenza da Piazza Ostilio Ricci.

IL MOSSIERE
A proposito di corsa, il mossiere sarà il signor Davide Busatti: 42 anni, originario di Castiglion Fiorentino, è stato per 18 anni il braccio destro di una vecchia conoscenza fermana, cioè il mossiere Renato Bircolotti, sin dal palio di Pian Castagnaio fino all’ultimo di Bircolotti, quello di Ferrara nel 2016.
Prima mossa ufficiale di Busatti nel 2010 ad Abbiate Grasso e per i sei anni seguenti, a cui si aggiungono quelli di Faella e Bientina quest’anno, oltre a Fermo.
“Sono felice di tornare a Fermo – dichiara Busatti – ogni palio ha la sua storia ed è bellissimo viverlo a pieno. Ogni mossa ha il suo tempo e la corsa del Palio di Fermo, come quelli di Buti e Faella, si caratterizza per essere in salita. Sono certo sarà divertente e appassionante per il pubblico e per le contrade”.

LA FESTA FINALE

La giornata del 15 si concluderà con la Festa della vittoria in piazza del Popolo, con l’esibizione alle 22 della band celtic rock Mortimer Mc Gravein. Ci sarà anche la possibilità di cenare grazie allo stand del Centro Sociale Santa Petronilla (menù: prosciutto e melone, penne al ragù, spiedini, salsicce, vitello, olive fritte, patatine, pomodori, vino, acqua e birra), a mezzanotte l’estrazione della sottoscrizione a premi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X