facebook rss

Gran finale per la Maialata in Piazza

MONTEFIORE DELL'ASO - Il programma della serata di domani prevede alle ore 20. l’animazione per bambini a cura dell’Associazione “Montefiore è …il carnevale”, alle 21.30 l’esibizione della Planet Dance 2000
giovedì 18 agosto 2016 - Ore 10:52
Print Friendly, PDF & Email

festa1
Domani venerdì 19 agosto ultimo giorno della 20ma edizione della Maialata in Piazza a Montefiore dell’Aso, organizzata dall’Associazione omonima, i cui proventi saranno devoluti in beneficenza alla Croce Verde di Montefiore-Massignano-Campofilone.

Il programma della serata di domani prevede alle ore 20. l’animazione per bambini a cura dell’Associazione “Montefiore è …il carnevale”, alle 21.30 l’esibizione della Planet Dance 2000. La scuola di ballo dei maestri Claudio e Donatella Redenti, tecnici F.I.D.S (federazione italiana danze sportive), farà emozionare il pubblico con suggestivi balli standard, liscio, caraibici e latino americani ed animerà la serata. Spazio anche al contest fotografico con #maialata2016.

Inoltre proseguirà il mercatino delle tipicità lungo Borgo Giordano Bruno e la pesca organizzata dal Consiglio Comunale dei Ragazzi in corso XX Settembre. Il Polo Museale di San Francesco resterà aperto dalle 17.00 alle 23.00 con orario continuato, mentre in corso XX Settembre, accanto alle casse della sagra, il Consiglio Comunale dei Ragazzi organizzerà l’annuale ricca pesca.

Carne arrosto cotta al punto giusto, gustosa polenta servita sulla tipica tavoletta di legno, buona musica, intrattenimenti e animazione, mercatini e mostre, arte e cultura, paesaggi mozzafiato. Mescolare gli ingredienti aggiungendone uno alla volta et voilà! Ecco la ricetta giusta per serate da leccarsi i baffi!
L’obiettivo della Maialata è quello di promuovere le tradizioni contadine picene e quindi, tra tutte, i piatti della cosiddetta “salata”, ovvero la macellazione del maiale. Una tradizione molto forte legata alla campagna e all’allevamento del suino nelle famiglie contadine, che lo macellavano per loro e magari per conto di qualche “paesano” che lo richiedeva. Un fuori stagione per dare la possibilità a turisti e non di conoscere ed apprezzare la migliore cucina tradizionale oltre allo splendido borgo piceno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X