facebook rss

L’Accademia Organistica Elpidiense ricorda Luigi Celeghin

SANT’ELPIDIO A MARE - Al celebre organista, fondatore della manifestazione, è stata dedicata una targa nella Basilica
lunedì 22 agosto 2016 - Ore 17:52
Print Friendly, PDF & Email

targa a Celeghin

E’ stato un ricordo sobrio quello che l’Accademia Organistica Elpidiense ha voluto fare del suo fondatore e per decenni direttore artistico, il M° Luigi Celeghin (1931-2012), uno dei maggiori organisti di ogni tempo, dedicandogli il concerto del 19 agosto, giorno in cui nacque 85 anni fa, con il duo Detlef Dorner (organo) Angelica Celeghin (flauto).
Prima dell’inizio del concerto è stata scoperta una targa che lo ricorda a fianco dell’organo “Nacchini” del quale promosse il restauro e con il quale, dal 1974, è iniziata l’attività organistica che ha reso Sant’Elpidio a Mare famosa nel mondo: “a Luigi Celeghin che a questo organo e alla musica organistica della Marche ha ridato vita, l’Arciconfratenita”.
Il ricordo nella parole del presidente Giovanni Martinelli e del vice sindaco Matteo Verdecchia (a Celeghin la città conferì nel 2006 la cittadinanza onoraria). Commoventi le parole della moglie Franca: “tanto amava Sant’Elpidio che pensammo di seppellirlo qui, ma poi si decise per la natia Noale”.
Raffinato e applauditissimo il concerto che è seguito, nel corso del quale c’è stata la prima esecuzione dello “Scapulis suis” composta in memoria di Luigi Celeghin dal M° Dorner, con la figlia Angelica, celebre concertista, didatta e ricercatrice, al flauto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X