facebook rss

Pop Sea Pop: anteprima con
il cinema a Villa Bonaparte

PORTO SAN GIORGIO - Tre serate nei mitici anni ’60 con film icone dell'epoca
lunedì 22 agosto 2016 - Ore 13:35
Print Friendly, PDF & Email

villa_bonapartePorto San Giorgio si tuffa nei mitici anni ’60 con “Pop Sea Pop”, italian graffiti. L’Assessorato al Turismo ha definito un corposo programma di eventi per il prossimo weekend con sfilate, feste a tema, trucchi e concerti che saranno presentati ufficialmente nei prossimi giorni.
Nel frattempo il cartellone offre un’anteprima cinematografica a cura del circolo del cinema “Metropolis” con tre pellicole che hanno segnato un’epoca, con ingresso gratuito. Da domani a giovedì, a Villa Bonaparte, saranno proiettati all’aperto tre film-icone di quel periodo storico (ore 21.30).
Martedì 23 agosto si parte con il capolavoro di Dino Risi “I mostri” : tra i migliori esempi della commedia all’italiana con i due mattatori Gasmann e Tognazzi é un ritratto ad episodi cinico, cattivo e grottesco dell’Italia post bellica con i suoi vizi e debolezze. Uno sberleffo del boom economico degli anni sessanta.
Mercoledì 24 agosto sarà la volta di “StraziamI ma di baci saziami”: due romantici provinciali, un ciociaro e una marchigiana, si lasciano a seguito di equivoci e pettegolezzi. Lei fugge a Roma, lui la insegue e la ritrova sposata con un sarto sordomuto. Diretta da Risi ed interpretata da tre attori straordinari come Manfredi, Tognazzi e Tiffin, è una divertente commedia che sbeffeggia il melodramma popolare e il fotoromanzo (il titolo é preso dal verso di Creola, canzone popolare degli anno trenta), tra ricordo popolare e aspirazione alla modernità.
Giovedì 25 agosto sarà la volta di “Quadrophenia”: manifesto generazionale dell’indipendenza giovanile londinese, il film segue l’universo Mod e Rocker tra ansie e ribellioni. Lo fa attraverso Jimmy, un ribelle senza causa, fedele a ideali che sembrano dogmi sacri ma che risulteranno effimeri. Le canzoni degli Who, brevi e fulminanti, rispecchiano bene l’universo egocentrico e claustrofobico di un ragazzo prigioniero delle proprie contraddizioni ed incapace di scendere a patti con una società in cui é difficile relazionarsi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X