facebook rss

Sisma: chiuse la sagrestia della Misericordia
e la Torre Gerosolimitana

martedì 30 agosto 2016 - Ore 16:02
Print Friendly, PDF & Email
torre gerosolimitana

La Torre Gerosolimitana

“Mentre ci si attiva sul fronte delle donazioni, gli uffici comunali sono al lavoro per dare risposte alle numerose richieste d’intervento per effettuare verifiche sulla stabilità degli immobili privati che presentano dei segni legati agli effetti del sisma dei giorni scorsi. In particolare – fanno sapere dal Comune – è stata chiusa un’abitazione in via Boccette per inagibilità e ne è stato disposto lo sgombro, sono ancora in corso verifiche su altri immobili privati.

Fin dalle ore immediatamente successive al forte sisma del 24 agosto i dipendenti del Comune hanno tempestivamente effettuato sopralluoghi sugli edifici sensibili di proprietà comunale (scuole, asili, casa di riposo) per verificare la situazione. In particolare, per quanto riguarda le scuole siamo in contatto con tecnici specializzati per la vulnerabilità sismica ed è stata chiusa la sagrestia della Misericordia per via di alcune crepe. La Torre Gerosolimitana, inoltre, pur non presentando particolari segni dovuti agli effetti del terremoto, dal giorno del sisma, è stata chiusa per motivi precauzionali, fino a nuova disposizione.

Il sindaco Alessio Terrenzi

Il sindaco Alessio Terrenzi

Fin da subito sono arrivate parecchie segnalazioni da parte di privati alle quali gli uffici comunali hanno cercato di fare fronte tempestivamente. Le segnalazioni sono tante e sono continue, anche in questi giorni – aggiunge il sindaco, Alessio Terrenzi – ricordo chi avesse necessità di contattare gli uffici comunali per ulteriori segnalazioni può chiamare il n. 0734.8196272 e sono certo della comprensione da parte di tutti: stiamo facendo il possibile per carcare di dare un riscontro in tempi”.

 

 

Intanto il Municipio rende noto l’iban per effettuare donazioni: “IT 74 L 06150 69720 CC0180084428: questo è l’iban che potrà essere utilizzato per fare donazioni da far confluire nel conto aperto dal comitato elpidiense pro-terremotati, comitato in aiuto delle popolazioni delle regioni Umbria, Marche e Lazio colpite dal terremoto di recente istituzione e presieduto dal vicesindaco Matteo Verdecchia, a favore dei popoli terremotati.
La banca di riferimento è la Carifermo e l’amministrazione comunale invita tutti coloro, singoli cittadini, aziende o associazioni, ad utilizzare tale iban per far confluire le donazioni nel conto che è stato appositamente aperto dal Comitato per potere raccogliere somme da destinare, poi, a progetti specifici che saranno definiti da qui in avanti, a sostegno delle necessità delle popolazioni terremotate.

Oltre alle donazioni individuali, in tale conto confluiranno anche tutte le donazioni che saranno raccolte nel corso di iniziative promosse dall’amministrazione comunale, da qui in avanti. La raccolta è stata avviata in occasione dell’inaugurazione dell’area di sgambamento cani e proseguirà nell’immediato durante i festeggiamenti per il Santo Patrono e da lì a seguire.

Il Comitato avrà il compito di vigilare, in particolare, sulla destinazione dei fondi e per garantire la massima trasparenza sarà inserito a breve un apposito link nel sito istituzionale del Comune (www.santelpidioamare.it) accedendo al quale ogni utente potrà visionare un estratto conto mensile da cui risulteranno tutte le donazioni effettuate.

Invito gli elpidiensi ad utilizzare l’iban abbinato al conto che abbiamo aperto presso la Carifermo in modo che le donazioni possano seguire un canale istituzionali di cui abbiamo la certezza della destinazione visto che il Comitato appena istituito vigilerà con attenzione sull’utilizzo di tali fondi – osserva il presidente del comitato elpidiense pro-terremotati nonché vicesindaco Matteo Verdecchia – così come invito le Associazioni, le aziende e tutti coloro che vogliano dare una mano a farlo concretamente facendo dei bonifici diretti oppure partecipando alle raccolte che proporremo sul territorio nei prossimi giorni. Ci saranno delle cassettine a disposizione ed ognuno potrà contribuire nella misura che crede. Ogni contributo è fondamentale, faremo gioco di squadra facendo confluire somme piccole e grandi in un unico conto e potremo, così, sostenere concreti progetti di recupero”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X