facebook rss

Terremoto, la comunità cinese
di Porto Sant’Elpidio si mobilita

AIUTI - L'associazione delle imprese cinesi della Regione Marche ha versato sul conto corrente aperto dall’amministrazione comunale un contributo di 7.100 Euro. Ben 62 i cinesi che hanno deciso di aderire a questa iniziativa per aiutare le popolazioni terremotate
giovedì 1 settembre 2016 - Ore 13:23
Print Friendly, PDF & Email

 

Donazione Cinesi Terremoto Porto Sant'Elpidio 2

Anche la comunità cinese che da anni è insediata nella città di Porto Sant’Elpidio, una delle più consistenti nelle Marche, si è mobilitata per portare solidarietà e aiuti alle popolazioni colpite dal terremoto nel centro Italia.

In particolare l’Associazione delle Imprese Cinesi della Regione Marche ha versato sul conto corrente aperto dall’amministrazione comunale un contributo di 7.100Euro . Ben 62 i cinesi che hanno deciso di aderire a questa iniziativa per aiutare le popolazioni terremotate.

“La macchina della solidarietà – spiega il Sindaco Nazareno Franchellucci – si è attivata sin da subito a livello nazionale e regionale con differenti tipi di aiuti quali la fornitura di beni di prima necessità e la messa a disposizione di volontari.Come sappiamo catastrofi come i Terremoti sono emergenze che vanno avanti anche molti mesi dopo il sisma ed ecco perché abbiamo aperto questo conto corrente per poter dare un aiuto concreto alle popolazioni. Vorrei ringraziare la Comunità cinese per la vicinanza mostrata, un gesto fatto di poche parole e fatti concreti”.Donazione Cinesi Terremoto Porto Sant'Elpidio

L’iniziativa dell’ Associazione dei cittadini cinesi di Porto Sant’Elpidio – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Monica Leoni – è nata spontaneamente tra la gente della nostra comunità e punta a lenire il dolore di chi ha subito il dramma del terremoto gettando “un ponte tra culture”. La solidarietà grazie al cielo non ha confini né colori di pelle e questo ci da grande gioia e soddisfazione per il lavoro che da qualche anno viene portato avanti per l’integrazione delle culture cinese ed italiana partendo dalle giovani generazione e dalla scuola”.

“Il nostro Gruppo Comunale di Protezione Civile – spiega il Presidente Onorario Filippo Berdini – ha maturato ormai 30 anni di esperienza nel corso dei quali ha collaborato per altre emergenze basti pensare al Sisma delle Marche nel 1997, a quello dell’Aquila nel 2009 e a quello dell’Emilia Romagna nel 2012. Una volta raccolti i fondi sarà nostra premura recarci sul posto per chiedere alle amministrazioni di cosa hanno bisogno, dopo di ché andremmo personalmente ad acquistare i beni e a portarli alle popolazioni affinchè i contributi raccolti si trasformino in un aiuto concreto”.

Il Presidente dell’Associazione delle imprese Cinesi nella Regione Marche Deng Jiyng ha dichiarato: “Siamo ormai moltissimi anni che siamo in Italia, questo paese è diventato la nostra seconda patria e quando abbiamo appreso del terremoto abbiamo fortemente voluto fare qualcosa di concreto per aiutare le popolazioni. Ringraziamo l’Amministrazione Comunale per aver aperto un conto corrente a favore dei terremotati perché ha reso più semplice trovare il modo per aiutare le città colpite dal sisma”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X