facebook rss

Università Politecnica delle Marche: niente tasse per gli studenti terremotati

SOLIDARIETA' - L’Università Politecnica delle Marche si stringe attorno alle famiglie colpite dal terremoto e oltre all’esonero dal pagamento delle tasse per gli studenti, offre collaborazione per affrontare l'emergenza
venerdì 2 settembre 2016 - Ore 16:21
Print Friendly, PDF & Email

 

università ancona politecnica

Esonero totale dal pagamento delle tasse universitarie per l’anno accademico 2016-2017 per gli studenti iscritti o immatricolati all’Università Politecnica delle Marche residenti nei comuni terremotati di Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio.

L’Università Politecnica delle Marche si stringe attorno alle famiglie colpite dal terremoto e oltre all’esonero dal pagamento delle tasse per gli studenti, offre collaborazione per affrontare l’emergenza. Per far fronte alla sciagura che ha colpito la nostra regione, l’Univpm ha comunicato a Regione, Protezione Civile e Ordine degli Ingegneri delle Marche la volontà di mettere a disposizione tutte le competenze dell’Ateneo nei settori ingegneristico, organizzativo e gestionale, geotecnico, geologico, ambientale e medico, solo per citarne alcune, che riterranno utili per affrontare l’emergenza.

L’esonero tasse non è l’unica misura messa in campo dall’Univpm verso le famiglie in difficoltà economica che vogliono comunque far seguire un corso universitario ai propri figli. Abbiamo abbassato le tasse relative per le fasce di reddito familiare più basse (-5%), cancellato le tasse per tutti gli studenti che hanno un genitore in mobilità o in cassa integrazione o comunque in una qualche situazione di disagio economico a seguito di una calamità naturale – come successe in occasione dell’alluvione. Ed esonerato dalle tasse i diplomati e laureati con lode.

L’Università Politecnica prosegue anche nel suo ruolo di ricerca sul fronte antisismico e attraverso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Architettura (DICEA) continua il lavoro nel Laboratorio Prove Materiali e Strutture con attrezzatura ed elevata competenza per l’esecuzione di prove per la caratterizzazione meccanica dei materiali, per l’esecuzione di prove statiche e dinamiche su componenti strutturali e su strutture. Il Laboratorio opera sia per attività scientifica di ricerca e per supporto della didattica, sia per conto terzi (in sede e in-situ). Le principali mansioni del Laboratorio per conto terzi constano della valutazione della vulnerabilità sismica delle opere esistenti, della valutazione del degrado delle strutture, della valutazione delle capacità portanti di elementi strutturali. Per tali scopi vengono utilizzati controlli non distruttivi e semi-distruttivi.

Nella foto del Prof. Stefano Lenci la postazione di acquisizione per monitoraggio dinamico della torre della Cattedrale di Ferrara (Luglio 2016) da parte del DICEA (Dipartimento Ingegneria Civile, Edile e Architettura)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X