facebook rss

Serie D. Fermana, il bilancio sulla prima di Flavio Destro. Sguardo puntato sul Castelfidardo

Al termine della seduta di allenamento odierna il tecnico canarino mette in luce il consuntivo postumo all'esordio di campionato contro il San Nicolò. Nel mirino anche la prima interna contro i fisarmonicisti
martedì 6 settembre 2016 - Ore 18:00
Print Friendly, PDF & Email

Fermana Mister DestroCAPODARCO – “Sapevamo di affrontare una squadra che fa girare molto bene la palla in maniera organizzata. Il campo in sintetico insidioso e il gran caldo hanno fatto il resto. Alla fine il risultato è giusto”. Questo quanto dichiarato da mister Flavio Destro dal campo di allenamento di Capodarco quest’oggi alla ripresa degli allenamenti settimanali in merito all’esordio in campionato contro il San Nicolò. “All’inizio loro sono partiti meglio. Agevolati anche dal tipo di fisicità, ci hanno pressato e non ci
hanno fatto giocare, limitando le nostre trame di gioco e la nostra possibilità di fare ciò che sappiamo: siamo andati meglio nella fase di non possesso, meno bene in quella di possesso, ed è lì che continueremo a lavorare”.

Poi, subito lo sguardo al prossimo avversario, il Castelfidardo. “Si tratta di una squadra che come noi è partita con un pareggio, nel suo caso interno, e che quindi come noi sarà sicuramente vogliosa di far bene. Ci comporteremo come sempre – ha proseguito Destro – studiando prima la nostra prestazione, coi suoi limiti e i suoi punti di forza, e poi analizzeremo quella dei biancoverdi per capire bene ciò che ci aspetta. Migliorare noi e studiare bene gli avversari: per fare un buon lavoro bisognerebbe muoversi sempre seguendo entrambe queste direzioni.
Per la prima in casa mi aspetto una Fermana più propositiva e con un ritmo di gioco più alto. Dobbiamo farci vedere di più, attaccare di più gli spazi e avere un’idea di gioco più continua rispetto a domenica scorsa. Il
nostro obiettivo, ripeto, è di vincere non solo la prossima, ma tutte le partite. Poi, però, va detto che per determinare i risultati, bisogna sempre considerare altri fattori, come ad esempio lo stato di forma, l’avversario che si ha davanti, le dinamiche che si innescano prima e durante i 90’. Noi ce la metteremo tutta. E possiamo assicurare che ogni domenica faremo di tutto per guadagnare l’applauso dei nostri tifosi”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X