facebook rss

Al “Recchioni” tanti appassionati
per la prima casalinga di serie D

domenica 11 settembre 2016 - Ore 18:59
Print Friendly, PDF & Email

fermana-2

I Fermani allo stadio Bruno Recchioni portano bene ai gialloblù nella prima prestazione in casa. La partita, terminata 1-0 per i canarini, è stata accompagnata dal sostegno di un folto pubblico che ha riempito sia la tribuna laterale che la centrale: tra i tifosi presenti anche il sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore allo sport Alberto Maria Scarfini. Complice il bel tempo, il clima è stato altresì scaldato dai canti della curva Duomo, che ha esordito con un coro rivolto all’ultrà Amedeo Mancini, protagonista dello spiacevole fatto di cronaca che lo vede accusato dell’omicidio preterintenzionale di Emmanuel, immigrato nigeriano. Un coro, questo, che a prescindere dagli incresciosi episodi che lo hanno visto coinvolto ha voluto semplicemente ricordare l’affetto e la passione con cui il giovane aveva sempre seguito le sorti della Fermana. Proprio per il tono contenuto delle parole usate dai tifosi in curva, anche le tribune si sono lasciate andare ad uno spontaneo applauso.

Momento di paura a fine secondo tempo, quando un pallone proveniente dal campo è stato scagliato involontariamente in tribuna centrale andando a colpire la figlia del giocatore canarino Luca Cremona, causandole un trauma alla testa. A seguito dell’episodio, la piccola di appena un anno e mezzo,  raggiunta dalla sfera proprio mentre il giovane papà calcava il terreno di gioco, è stata trasportata in ospedale per accertamenti e sottoposta a visita radiologica.

Silvia Remoli

fermana-3


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X