facebook rss

Spese facili, assolti Spacca e Comi
In sei rinviati a giudizio

lunedì 12 settembre 2016 - Ore 16:13
Print Friendly, PDF & Email
udienza-spese-facili

L’udienza gup di questa mattina

Francesco Comi insieme al suo legale, l'avvocato Marina Magistrelli, durante l'udienza di questa mattina

Francesco Comi insieme al suo legale, l’avvocato Marina Magistrelli, durante l’udienza di questa mattina

 

di Letizia Larici

Si è chiusa con una raffica di proscioglimenti l’udienza preliminare sulle “spese facili” in Regione. Su 66 imputati solo 6 sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di peculato. Lo ha deciso oggi il gup del Tribunale di Ancona, Francesca Zagoreo, che ha inoltre assolto con la formula piena “il fatto non sussiste” i cinque tra ex presidenti, consiglieri e addetti dei gruppi, giudicati con rito abbreviato. Scagionati con il processo sprint l’ex governatore Gian Mario Spacca, il segretario Pd Francesco Comi, l’ex vicepresidente del Consiglio regionale Giacomo Bugaro (Pdl), l’ex consigliere Massimo Binci (Sinistra Democratica) e l’allora dirigente del gruppo democrat Roberto Oscar Ricci per i quali il sostituto procuratore Ruggero Dicuonzo aveva chiesto condanne tra i 3 e i 2 anni di reclusione. Ben 55 le sentenze di non luogo a procedere. Dovranno affrontare un processo, ma solo limitatamente ad alcune spese, gli ex capigruppo Pdl Ottavio Brini, Franco Capponi e Francesco Massi Gentiloni Silveri. Con loro sul banco degli imputati anche Massimo Di Furia, responsabile di segreteria del Pdl, l’allora presidente della Lega Nord Enzo Marangoni e l’ex capogruppo Prc Cesare Procaccini.

Gli avvocati Nicola Perfetti e Gianfranco Formica

Gli avvocati Nicola Perfetti e Gianfranco Formica

In aula ad attendere il verdetto, Francesco Comi, difeso dall’avvocato Marina Magistrelli. Poche parole da parte del segretario Pd: “Questo processo mi ha procurato tre anni di sofferenze. E’ stata una prova durissima per la mia famiglia che ha sofferto con me e per me. Sono contento che tutti gli appartenenti al gruppo Pd siano stati scagionati”. Soddisfatto l’avvocato Alessandro Gamberini, difensore di Spacca. “Era un processo che non si reggeva in piedi”. Presente alla lettura della sentenza, oltre al pm Dicuonzo, anche il procuratore capo Elisabetta Melotti. “Massimo rispetto per la decisione del magistrato – ha commentato Melotti all’uscita dall’aula – ora attendiamo le motivazioni”. Nessuno scandalo, dunque, a parte qualche “peccatuccio”: i presidenti dei gruppi consiliari, consiglieri regionali ed ex in carica tra il 2008 e il 2012 non avrebbero utilizzato 1,2 milioni fondi pubblici per darsi allo shopping sfrenato. Lo aveva chiarito nella sua requisitoria anche il pm Dicuonzo, che nella penultima udienza aveva sostenuto come la distrazione di risorse si era a suo avviso comunque verificata attraverso l’utilizzo dei soldi riservati alle spese istituzionali dei gruppi per foraggiare l’attività politica. Tesi, a quanto pare, abbracciata solo per alcune voci marginali dal gup Zagoreo. Massi e Di Furia sono stati rinviati a giudizio per un abbonamento da 140 euro alla Nuova accademia della Cucina Marchigiana, Marangoni per circa 2.300 spesi per fiori, ristoranti, collaborazioni e articoli di cancelleria. A processo per aver irregolarmente utilizzato 204 euro Procaccini, mentre Capponi e Brini saliranno sul banco degli imputati per l’acquisto di alcuni omaggi natalizi. Prima udienza il 6 dicembre. Scagionati i due assessori ancora in carica – Angelo Sciapichetti (Pd) con delega alle Infrastrutture e ai Trasporti e Moreno Pieroni, assessore alla Cultura e al Turismo, chiamato in causa come ex presidente del Psi – e i consiglieri che figurano nell’attuale “parlamentino”: l’attuale capogruppo Pd Gianluca Busilacchi, Mirco Carloni (Marche 2020), Luca Marconi (Udc), Enzo Giancarli e Gino Traversini (Pd). Tra i difensori, oltre agli avvocati Magistrelli e Gamberini, Gabriele Cofanelli, Gianfranco Formica, Nicola Perfetti, Luciano Pantanetti, Rossano Romagnoli, Francesco De Minicis e Davide Toccaceli.

(Servizio aggiornato alle 18,30)

L’ELENCO DEGLI IMPUTATI:

Luca Acacia Scarpetti, 54 anni, di Pesaro, Francesco Acquaroli, 42, sindaco di Potenza Picena, Fabio Badiali, 61, di Castelplanio, Stefania Benatti, 58, di Ancona direttrice della Marche Film Commission, Massimo Binci, 60, di Ancona, Giuliano Brandoni, 61, di Chiaravalle, Ottavio Brini, 63, ex consigliere di Civitanova, Raffaele Bucciarelli, 68, di Maiolati Spontini, Giacomo Bugaro, 47 anni, di Ancona, l’attuale capogruppo del Pd Gianluca Busilacchi 40 anni di Ancona, Valeriano Camela, 59, di Ascoli, Giuseppe Canducci, 33, di San Benedetto, il sindaco di Treia Franco Capponi, Adriano Cardogna, 64, di Ancona, il capogruppo di Area Popolare Mirco Carloni, 35, di Fano, il sindaco di Ascoli Guido Castelli, Graziella Ciriaci, 55, di Ortezzano, il segretario del Pd Francesco Comi, Giancarlo D’Anna, 62, di Fano, Massimo di Furia, 55 ,di Falconara, Antonio D’Isidoro, 74, di Ascoli, l’ex assessore Sandro Donati, 55, di Acquaviva, Paolo Eusebi, 58, di Ancona, Andrea Filippini, 35, anni di Ancona, Elisabetta Foschi, 43, di Urbino, Enzo Giancarli, 63, di Jesi, l’ex assessore Sara Giannini di Morrovalle, Roberto Giannotti, 69, di Pesaro, l’ex assessore Paola Giorgi, Dino Latini, 55, di Osimo, l’ex assessore provinciale Leonardo Lippi di Cingoli, Marco Luchetti, 66, di Falconara, l’ex assessore all’agricoltura Maura Malaspina, Katia Mammoli, 66, di Jesi, i recanatesi Enzo Marangoni e Luca Marconi attuale capogruppo Udc, Erminio Marinelli di Civitanova, Francesco Massi Gentiloni Silveri di Tolentino, l’ex assessore Almerino Mezzolani, Luigi Minardi, 67, di Fano, Adriana Mollaroli, 62, di Fano, Giulio Natali, 59, di Ascoli, Rosalba Ortenzi, 65, di Fermo, Fabio Pagnotta, 53, di Acquasanta, l’ex sindaco di San Ginesio Pietro Enrico Parrucci, Paolo Perazzoli, 65, di San Benedetto, l’ex assessore regionale Paolo Petrini, Giuseppe Pieroni, 68, di Montefortino, l’attuale assessore Moreno Pieroni, il maceratese Fabio Pistarelli, Cesare Procaccini, 63, di Esanatoglia, l’ex capogruppo del Pd Mirco Ricci, Roberto Oscar Ricci, 67, di Porto San Giorgio, Lidio Rocchi, 80 anni di Ancona, Franca Romagnoli, 58, di Sant’Elpidio a Mare, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti, Daniele Silvetti, 43, di Ancona, l’ex presidente del Consiglio Vittoriano Solazzi, Franco Sordoni, 67, di Ancona, l’ex governatore Gian Mario Spacca, Oriano Tiberi, 68, di Sassocorvaro, Gino Traversini, 55 anni, di Cantiano, Umberto Trenta, 62, di Ascoli, l’ex assessore Luigi Viventi, 62, di Fabriano, Roberto Zaffini, 55, di Fano, Giovanni Zinni, 42, di Ancona.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X