facebook rss

Luca Ferranti, il Montegiorgio ha il suo baby bomber

Classe '98, domenica ha siglato la rete che è valsa il pareggio all'ultimo respiro contro l'Urbania, ora non vuole più fermarsi
martedì 13 settembre 2016 - Ore 22:07
Print Friendly, PDF & Email

luca ferranti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MONTEGIORGIO. Classe ’98, ruolo attaccante, due presenze in altrettante gare di campionato e già una rete messa a referto, stiamo parlando di Luca Ferranti, talento fermano che, nella stagione appena iniziata, si sta mettendo in luce nel campionato di Eccellenza con la casacca del Montegiorgio.

Dopo l’esperienza con la Juniores della Fermana, cosa ti ha spinto a scegliere Montegiorgio per debuttare nel calcio dei grandi e come ti stai trovando?

“Ho scelto Montegiorgio perché è stata una delle prime squadre a cercarmi e conoscendo la storia della società nonché i suoi tanti anni di Eccellenza non ho avuto dubbi ad accettare. A Montegiorgio mi sono trovato benissimo sin dal primo giorno di allenamento, per ora non mi posso lamentare di nulla. Essendo giovane mi sono messo subito a disposizione della squadra e grazie anche all’aiuto del mister Fenucci e dei compagni più esperti come Labriola, Sbarbati, Minella, Ruggeri e Falcetelli,che mi hanno sempre aiutato con dei consigli , sto migliorando molto e spero di continuare così”.

Fin dalla prima gara mister Fenucci ti ha affidato le chiavi dell’attacco, quanta ti senti responsabilizzato da questa scelta?

“Sono contento che il mister abbia puntato su di me, il mio obbiettivo adesso è ripagare la sua fiducia con sacrificio, corsa, forza di volontà e magari anche qualche gol”.

Gol che è arrivato domenica e che è valso un pareggio meritato quanto insperato contro l’Urbania, cosa hai provato quando hai visto la palla entrare in rete?

“Come ho visto la rete gonfiarsi ho provato un’emozione unica, anche perché è arrivata all’ultimo secondo di gioco. Mi sono preso una grande soddisfazione personale, ma la strada è ancora lunga e penso che abbia ancora molto da migliorare”.

Ora che ti sei sbloccato quale diventa il tuo obiettivo?

“Il mio obbiettivo principale di quest’anno è migliorarmi il più possibile, mettermi a disposizione della squadra e aiutare quest’ultima a fare più punti possibili. Ovviamente per un attaccante è importante anche segnare, ma sono sicuro che se vado in campo con lo spirito giusto i gol poi verranno da se”.

Matteo Achilli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X