facebook rss

Quadrangolare “Il Mare nel Canestro”, Poderosa in finale

Palla a due questa sera alle 20.30 al Pala Panzini contro la vincente nella semifinale tra Golden Gas e Teramo
venerdì 16 settembre 2016 - Ore 16:31
Print Friendly, PDF & Email

14310515_1077850328936458_8937815753688461658_o

SENIGALLIA – Vittoria sofferta quella dei ragazzi di coach Ceccarelli, autori di un brioso avvio di gara subito stemperato dai dirimpettai della Malloni. Partita condizionata dalle assenze di Milojevic e dalle precarie condizioni di Bedetti e Paesano. Finale da brividi con il minimo vantaggio che regge alla sirena. In evidenza Dip, Diomede e Rivali.

IL TABELLINO

PODEROSA PALLACANESTRO MONTEGRANARO 64 : Dip 24, Ortenzi, Urso ne, Paesano 3, Ciarpella ne, Rivali 5, Marzullo, Bedetti 4, Broglia 4, Gueye 10, Diomede 14. All.: Ceccarelli.

MALLONI PORTO SANT’ELPIDIO 62 : Piccone 5, Catakovic 4, Torresi 8, Cernivani 16, Balilli ne, Lodico ne, Fiorito, Trovato 4, Lovatti 14, Romani 7, Cacace 4, Brighi ne. All.: Domizioli.

PARZIALI: 21-10, 14-21, 16-11, 13-20.

LA CRONACA

Altro giro, altra finale. La Poderosa Pallacanestro Montegranaro accede alla sfida risolutiva del torneo “Il mare nel canestro” di Senigallia superando per 64 – 62 una coriacea Malloni Porto Sant’Elpidio. Una partita condotta per larghi tratti dai gialloblu, anche senza lo smalto dei tempi migliori, soprattutto rispetto alle convincenti prestazioni apprezzate in questo primo scorcio di stagione.

A parziale giustificazione gli acciacchi che hanno condizionato la formazione di coach Ceccarelli, priva dell’infortunato Milojevic, con Bedetti e Paesano in campo nonostante l’affaticamento muscolare per il primo e i sintomi febbrili per il secondo. Si può invece sorridere per la straripante prova di Dip, autore di 24 punti, per la solita magistrale regia di Rivali e per l’ottima serata balistica di Diomede (14 punti con 4 triple), di contro ha sofferto molto la difesa appiccicosa dei portoelpidiensi, che nei secondi finali hanno avuto in mano la tripla del successo con Lovatti a fallirla a 5” dalla sirena.

Del tutto illusorio il primo quarto, che aveva lasciato presagire una serata agevole per i veregrensi, subito concentrati a determinati e con “El Pampa” a far danni nell’area biancoazzurra. La Poderosa schizza subito a +13 (21 – 8 al 9’). I tanti rimbalzi offensivi concessi e una fiammata di Lovatti (9 punti nel secondo quarto) accendono però la Malloni che griffa un break di 2-16 e mette addirittura il naso avanti nel secondo periodo (23 – 24 al 15’). La reazione tarda ad arrivare, come il primo canestro dal campo del secondo periodo, giunto dopo quasi 7’ ma le triple di Diomede riaccendono i motori dei gialloblù, che dall’intervallo lungo rientra con la voglia di chiudere i conti.

Dip continua a banchettare nel pitturato ma l’intensità non è quella dei giorni migliori e Porto Sant’Elpidio regge e resta aggrappata al match trascinata dalle invenzioni di Cernivani. Il finale è allo sprint, Dip fallisce il canestro della staffa a 25” dalla sirena, ma Lovatti non ne approfitta e capitan Broglia e compagni possono tirare un sospiro di sollievo.

La Poderosa scenderà in campo per la finale questa sera alle 20.30, sempre sul parquet del Pala Panzini di Senigallia, davanti la vincente dall’altra semifinale, disputata tra i locali della Golden Gas e gli abruzzesi del Teramo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X