facebook rss

La controreplica di Agostini al vice sindaco Gramegna: “Oltre la denigrazione il nulla”

sabato 17 settembre 2016 - Ore 15:46
Print Friendly, PDF & Email
Andrea Agostini

Andrea Agostini

“Una classe era stata tolta. Genitori mi hanno portato la questione e l’ho riproposta puntando sulle criticità di sicurezza scolastica da sovraffollamento che avrebbero consentito di riottenerla ed il risultato è stato giustamente ottenuto dall’Amministrazione. Invece di ringraziare per l’aiuto, la denigrazione da parte del vicesindaco Gramegna a dare dello speculatore, senza spiegare però come ‘il miracolo’ sia stato possibile . Politica clientelare PD o ragioni di sicurezza ? Visto anche l’interessamento del Prefetto direi certamente la seconda via come da me indicata e che avevo già praticato con successo contro il Miur quando ero sindaco”. E’ quando botta e risposta al tritolo tra Andrea Agostini capogruppo 100% Civico ed il vice sindaco Francesco Gramegna. Dopo la replica di ieri di Gramegna (leggi l’articolo) è oggi Agostini a tornare al contrattacco.

Agostini che aggiunge:”Terremoto. Chiedo urgentemente prima della riapertura delle scuole che per esse, ma anche per l’ex ospedale e Monte Cacciu’ ed altri luoghi di interesse strategico, l’incarico a professionisti per certificare la tenuta sismica aggiornata e quindi intervenire per l’abbattimento della vulnerabilità – scrive Agostini –  Un edificio viene interdetto e i servizi traslati. Le scuole riaprono e l’ingegnere Pavoni coordinatore comunale di FI chiede con garbo certezze tecniche. Ancora una volta denigrazione e sempre da parte del solito noto, il Gramegna, il quale forse per dimostrare una presenza impalpabile per anni, se non a danni come per il servizio mensa tra aumenti e menu’ ed autorizzazioni a parole, alza la voce. E che dice ? Che gli edifici scolastici sono stati riaperti senza che sia stata compiuta un’indagine di vulnerabilità aggiornata al sisma ultimo ! Quando la pezza è peggio dello strappo, Gramegna. Come gruppo civico chiediamo accesso agli atti di accertamento di tenuta e vulnerabilità sismica aggiornati di ciascuno degli edifici pubblici comunali e di Monte Cacciu’ a firma del Sindaco Loira e del dirigente competente. Diamo disponibilità sin da ora a votare una variazione di bilancio che con somma urgenza consenta sia gli accertamenti tecnici di sicurezza che Gramegna confessa non essere stati compiuti, sia tutti gli interventi manutentivi straordinari necessari”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X