facebook rss

Unioni civili, il sindaco Calcinaro tra i primi nelle Marche a celebrarle:”Una questione di dignità”

lunedì 19 settembre 2016 - Ore 12:42
Print Friendly, PDF & Email

Calcinaro Trasatti

 

“Una questione di dignità, finalmente riconosciuta alle coppie di fatto, siano esse eterosessuali che omosessuali”. Il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro celebrerà, il prossimo 30 settembre, la prima unione civile del territorio fermano, ovvero quella tra il vice sindaco Francesco Trasatti ed il suo compagno William Timi. A differenza di qualche primo cittadino che, anche nelle Marche, si è rifiutato di celebrare tali unioni, per Calcinaro il problema non esiste, evidenziando come si tratti di un aspetto fondamentale dei diritti delle persone.

“Ricordiamoci – spiega il primo cittadino –  che c’è tutta una galassia di convivenze che magari per motivi personali o normativi  non hanno potuto mai ricorrere al matrimonio. E’ giusto che lo Stato, uno Stato moderno, riconosca i loro diritti. A volte non ci si rende conto che si tratta davvero di diritti basilari come ad esempio essere riconosciuti nella successione, assistere nel caso malattia e di ricovero il proprio compagno o compagna, il diritto alla reversibilità della pensione. Aspetti davvero elementari e di primaria importanza  per i quali in Italia si era rimasti indietro“.

Calcinaro aggiunge: “Questo è un passo molto importante per l’italia. Chi poi vuole relegare questa vicenda solamente al fatto  ideologico tra coppie omosessuali e coppie etero, fa un  grande affronto  alle tantissime situazioni che invece di sono al di fuori di questi casi e che pure devono vedersi riconoscere la grande dignità di un unione normata. Resta sempre una cosa diversa dal matrimonio, questo lo spiega anche la legge e lo sappiamo tutti. Si tratta di un riconoscimento dei diritti delle persone”

Paolo Calcinaro che, in merito alla scelta di alcuni sindaci delle Marche e d’Italia di rifiutarsi di celebrare le unioni civili commenta: “Non giudico l’operato dei colleghi, avranno le loro motivazioni di coscienza.  Però ripeto, è una problematica ampissima che riguarda tante coppie,  non solo omosessuali. Quando si parla di diritti delle persone credo non si debba minimizzare facendone una questione ideologica”.

P.P.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X