facebook rss

Si presenta in tribunale col burka,
si fa identificare e se ne va

giovedì 22 settembre 2016 - Ore 14:20
Print Friendly, PDF & Email
tribunale-fermo

L’ingresso del tribunale di Fermo

Si presenta al controllo del metal detector vestita con un burka. E quando la sorveglianza le chiede i documenti, prima si fa identificare e poi gira i tacchi e se ne va. Il curioso episodio è avvenuto intorno alle 13,15 al tribunale di Fermo. A quell’ora una donna di origini italiane, si è presentata, all’ingresso del tribunale vestita con un burka. Dunque anche a volto coperto. Con lei un uomo con al seguito una telecamera. Alla donna i carabinieri della polizia giudiziaria hanno chiesto i documenti per l’identificazione. La donna non si è sottratta al controllo, sembra all’inizio sostenendo di essere straniera e dicendo che doveva entrare perché all’interno del tribunale c’era il marito. Poi, però, una volta fornito il documento di identità, da cui è emersa la sua nazionalità italiana, ha girato i tacchi e se n’è andata dicendo che non era più necessario che entrasse. Una giornalista che ha provato a entrare con il volto coperto in un tribunale, o altro? L’episodio ha comunque richiamato l’attenzione, oltre che della polizia giudiziaria in servizio nel palazzo della giustizia, anche di avvocati e personale del tribunale sollevando non pochi interrogativi.

Giorgio Fedeli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X