facebook rss

Fermana, primo ko in casa davanti alla Vastese

Gialloblù opachi e confusionari. Biancorossi padroni del campo e del gioco per quasi 90', a segno nel primo e secondo tempo, falliscono più volte la terza segnatura. Canarini pericolosi solo di rimessa, finisce 0-2
domenica 25 settembre 2016 - Ore 17:10
Print Friendly, PDF & Email
civitanovese-fermana-8-petrucci-e-zimbardi

Petrucci oggi l’unico giocatore che si è elevato dalla mediocrità

FERMO – Una Fermana confusa e irriconoscibile subisce la prima sconfitta del campionato (0 – 2) per mano di una Vastese ordinata e che è stata per quasi tutta la gara padrona del campo e del gioco, lasciando ai giallobluù poche occasioni da gol, più su ripartenze che su vere manovre di gioco.

IL TABELLINO

FERMANA (4-2-3-1) 0: Valentini; Maghzoui, Comotto, Bossa, Ispas; Misin, Urbinati (6′ st Forò); Petrucci (23 st Mariani), Margarita (6′ st Cremona), Russo; Molinari. A disposizione: Polverino, Ferrrante, Ghiani, Amendola, Mane, Omiccioli. All. Flavio Destro.

VASTESE (4-3-3) 2: Russo; Manisi, Allocca, Campanella Mensah; Cosenza, Manzo, Di Pietro (37′ st Tafili); Fiore, (25′ st Galizia), Prisco, Felici (28 st Marinelli). A disp. Marconato, Scutti, Bacchiocchi, Mancino, Colitto, Polisena. All. Gianluca Colavitto.

ARBITRO: Stefano Zeviani di Legnago (ass. Faccioni/Beresetean).

RETI: 33′ pt Prisco, 6′ st Fiore

NOTE: Ammoniti Campanella (V), Mensah (V), Manzo (V), Russo (V), Cremona (F), angoli 3 – 6, recupero 3’+3′, spettatori circa 600 compresa una cinquantina di ospiti. Prima dell’inizio, commemorato alla presenza dei nipoti Bruno Recchioni, caduto a Cefalonia il 24 settembre del 1943 in qualità di capitano dell’esercito e prima ancora giocatore della Fermana Calcio.

LA CRONACA

La Fermana ha forse subito una delle più applicate regole del calcio che, dopo una appagante vittoria esterna, vede la squadra vincente subire un calo di tensione e concentrazione. Per di più questo è avvenuto al cospetto di una delle squadre più in forma del momento e che ha realizzato più gol (12 con i due di oggi), ed ecco spiegato il clamoroso k.o. interno di oggi. Tra le concause da non sottovalutare il pessimo terreno di gioco.

Eppure nei primi minuti i gialloblù erano partiti bene dando l’impressione di poter bissare la bella partita di Civitanova. Poi i canarini sono stati incapaci di proseguire, imbrigliati da una Vastese spronata dal suo allenatore Colavitto che si è preso una bella rivincita dopo essere retrocesso qui al Recchioni, due anni fa, quando allenava il Celano. Destro ripropone lo stesso undici e disposizione in campo del “Polisportivo”, ma l’avversario è di un’altra pasta. Per la Vastese prima vittoria a Fermo in assoluto dopo otto sconfitte e due pareggi.

Al 5′ Petrucci (che appare sin dall’inizio il più attivo e pericoloso) dal vertice dell’area fa partire un sinistro ad effetto destinato al palo più lontano, ma il portiere ospite Russo mette in angolo.

10′ conclusione di Prisco, Valentini respinge. La Fermana cerca di impostare il gioco, Vastese insidiosa sulle ripartenze, portate avanti anche dall’esterno difensivo Manisi con insidiosi cross.

21′ Il portiere Russo traccheggia e Molinari come un falco rischia di rubargli la merenda. La Vastese risponde con un tiraccio alto di Felici.

Al 32′ l’episodio che potrebbe cambiare la storia della partita: azione innescata da Petrucci, cross dalla destra, dalla parte opposta Russo mette al centro, il portiere ospite smanaccia quel che basta per mettere fuori causa Molinari, la palla va a Margarita il cui colpo di testa è neutralizzato sulla linea a portiere battuto. Nemmeno un giro di lancette e sulla ripartenza dei biancorossi, Prisco, appostato in area piccola senza marcatura, raccoglie un cross dalla sinistra e di testa devia in rete a due passi da Valentini che non prova nemmeno a disturbare cross e attaccante e subisce il primo gol del campionato al “Recchioni”: 0-1.

Da questo momento la partita cambia copione, la Vastese si impadronisce del gioco, costringendo la Fermana ad agire di rimessa.

40′ Azione innescata da Petrucci, Margarita fa la sponda per Misin il cui rasoterra è bloccato in due tempi dal portiere. In pochi secondi ancora ripartenza vastese e Valentini è costretto in angolo.

Il secondo tempo si apre con un copione simile alla fine del primo, e al 4′ e al 5′ Vastese molto pericolosa con tre conclusioni nel giro di pochi istanti su cui Valentini si oppone con il corpo evitando il raddoppio ospite che però arriva un minuto più tardi in un’analoga azione tambureggiante con una conclusione dalla destra di Fiore che supera una selva di gambe e anche il portiere, andando in rete sul palo più lontano: 0-2.

Subito Destro cerca di scuotere una Fermana spenta e frastornata, inserendo al posto di Urbinati Forò, e al posto di Margarita Cremona a dare manforte ad un Molinari isolato e quasi assente che subito dopo batte una punizione costringendo Russo in angolo.

16′ Molinari conclusione a fil di palo, Russo mette in angolo; dalla battuta del corner lo stesso centrattacco canarino prova la rovesciata, bloccata senza problemi dall’estremo ospite.

20′ la Vastese rischia di fare il tris, ma Valentini para al volo fortunosamente con un piede.

Poco dopo ci provano Molinari con una punizione alta, e poi Russo il cui diagonale termina sul fondo. Non riesce a cambiare nulla neanche l’ingresso di Mariani al posto di un Petrucci, che aveva speso tanto e che è uno dei pochi ad elevarsi dalla mediocrità generale; la gara scivola con tentativi velleitari di Molinari su punizioni imprecise o conclusioni che non impensieriscono più di tanto l’estremo ospite mentre i biancorossi controllano senza affanni la gara.

Al 43′ il fuorigioco segnalato dal guardalinee nega a Molinari la gioia del gol che avrebbe accorciato le distanze.

Mercoledì prossimo (ore 20.30) Coppa a Civitanova, anche questa volta con la prevendita obbligatoria nominativa disposta ieri dall’Osservatorio per i tifosi della Fermana.
Domenica prossima in campionato Fermana a casa del fanalino di coda Chieti.

Paolo Bartolomei

fermana_tifo1


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X