facebook rss

Accordo Univpm-Lardini
per valorizzare il Made in Marche
nel mondo

martedì 27 settembre 2016 - Ore 17:05
Print Friendly, PDF & Email

università ancona politecnica
L’Università Politecnica delle Marche e l’azienda Lardini hanno firmato una convenzione per la realizzazione di progetti di ricerca su “innovazione di processo produttivo e innovazione di prodotto”
Il rettore Sauro Longhi dell’Università Politecnica delle Marche e Andrea Lardini dell’azienda Lardini hanno presentato alla stampa la convenzione per la concessione di contributi finalizzati all’accensione di 5 assegni di ricerca per un valore complessivo di 125 mila euro, che riguardano l’innovazione di processo produttivo e l’innovazione di prodotto.

“L’assegno di ricerca – fanno sapere dall’Univpm – è uno degli strumenti con cui l’Ateneo promuove la formazione alla ricerca dei giovani e crea e diffonde l’innovazione e lo studio in settori di particolare interesse per il territorio. L’erogazione di risorse da parte di enti esterni, finalizzata al conferimento degli assegni, favorisce la realizzazione di studi e ricerche su temi d’interesse reciproco che rafforzano il legame dell’Ateneo con il tessuto produttivo locale.

“Si tratta di un accordo importante che ci permette di perseguire la nostra attività di diffusione, valorizzazione e promozione della ricerca” ha detto il rettore Sauro Longhi.

“Diamo il nostro contributo per sostenere le potenzialità del territorio – ha dichiarato Andrea Lardini – grazie a cinque studenti che avranno con noi la possibilità di esprimere il loro valore”.

“Questo progetto – aggiungono dall’Univpm – propone un investimento sulla formazione di capitale umano qualificato per la ricerca in un settore, quello del manifatturiero di qualità, strategico per il paese. Poter contribuire all’innovazione è di fondamentale importanza l’introduzione di tecnologie e metodologie digitali centrali nel progetto di Industria 4.0, progetto in cui il paese ha deciso di investire per il rilancio del settore manifatturiero. Industria 4.0 o Fabbrica Intelligente si pone l’obiettivo di sviluppare e attuare una strategia basata sulla ricerca e sull’innovazione in grado di consolidare e incrementare i vantaggi competitivi nazionali e, al contempo, di indirizzare la trasformazione del settore manifatturiero italiano verso nuovi sistemi di prodotto, processi/tecnologie, sistemi produttivi, coerentemente con le agende strategiche dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X