facebook rss

Un tuffo per la solidarietà: sfida al gelo
per salutare il 2016 VIDEO

sabato 31 dicembre 2016 - Ore 16:14
Print Friendly

 

di Paolo Paoletti e Giorgio Fedeli

Una tradizione che si rinnova tra divertimento, tanto coraggio, gioco di squadra e solidarietà. Appuntamento fissato alle 13.30 di oggi allo chalet Duilio, sul lungomare sud di Porto San Giorgio, per il tuffo di fine anno. Il freddo di questi ultimi giorni non ha fatto da deterrente, anzi, ha dato ancora di più la carica. Un’iniziativa nata oltre 10 anni fa da un’idea di Emanuele Simoni conosciuto da tutti come ‘Merlino’. Con lui sono poi arrivati gli amici di contrada Campolege e con il passare degli anni il tuffo collettivo di fine anno è diventato un appuntamento aperto a tutti coloro che vogliono mettersi in gioco e sfidare se stessi. Tante le rappresentanze delle contrade della Cavalcata dell’Assunta. Oltre a Campolege presente con tanto di bandierone e con il priore Diego Zappalà (anche lui tra i coraggiosi che hanno fatto il bagno), a tuffarsi in mare sono stati anche i contradaioli di Fiorenza, Pila e chi più ne ha più ne metta. Un momento per stare insieme, per scambiarsi gli auguri, salutare il 2016 ma soprattutto un’occasione per raccogliere fondi per progetti utili alla città di Fermo e alla comunità. Nel caso specifico il ricavato di quest’anno andrà alla Bottega delle Idee. Tra gli altri obiettivi anche quello della costruzione di un’altalena per disabili da posizionare al duomo di Fermo.

Presente anche il sindaco Paolo Calcinaro che dopo ever salutato i presenti ha avuto l’onore di far suonare la tromba del via al tuffo. “A questo modo di socializzare e divertirsi  la contrada Campolege ha sempre abbinato uno scopo benefico – ha detto il primo cittadino – Lo scorso anno la raccolta fondi è stata per la Virtus Nuoto con la sua squadra di ragazzi disabili, quest’anno è per la Bottega delle Idee la cui struttura tra l’altro è anche stata danneggiata dal sisma. E’ bene divertirci, festeggiare l’entrata di un nuovo anno, speriamo senza questi colpi che ha subito la nostra città, ricordandoci sempre del fine benefico che è un filo conduttore della città di Fermo”.  

 “Lo facciamo da tanto tempo – racconta Emanuele Simoni –  ognuno con uno spirito proprio. Chi per un semplice tuffo al mare, chi sfidando se stessi, chi per voto, altri per rimettersi in gioco. Io lo faccio perché per gran parte dell’anno sto in mezzo all’acqua visto lo sport che pratico, il mio è un ringraziamento al mare. C’è poi la solidarietà. Come il mare è formato da tante gocce d’acqua anche noi nella vita, tutti insieme, possiamo fare tante cose durante l’anno e ognuno può dare sempre qualcosa di più”.

Ecco i nomi dei coraggiosi che hanno affrontato il gelo e si sono tuffati in acqua: Emanuele Simoni, Diego Zappalà, Silvia Remoli, Nicola Lucci, Daniele Foglini, Lorenzo Ferracuti, Simone Poggi, Andrea Rossi, Michele Pelliccetti, Massimo Basso. Gran finale con brindisi e panettone per tutti. Un nuovo successo firmato contrada Campolege.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X