facebook rss

Agostini: “Eventi di Natale senza autorizzazioni
e Loira rilascia anche le licenze”

mercoledì 11 gennaio 2017 - Ore 18:41
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Agostini

Fine mandato ed ancora non sanno amministrare ed a mettere pezze poi vanno oltre ogni illecito fino a scadere nel ridicolo. Qui non si tratta più di mancanza di trasparenza e di impicci, ma di vera scellerataggine. Possibile che tra un sindaco avvocato, una giunta di professionisti ed una maggioranza consiliare tanto bella e brava, a cinque anni di mandato si facciano certe sciocchezze? Cosa accade è semplice. Il 27 dicembre siccome non si sapeva nulla abbiamo interrogato il sindaco e chiesto gli atti al segretario per sapere delle autorizzazioni di pista di ghiaccio, palaNatale, luminarie, casette di natale, nonché relativi costi ed entrate per il Comune. Per legge le delibere di giunta vanno pubblicate sull’albo pretorio e contestualmente vanno comunicate ai capigruppo consiliari per consentire le normali attività di controllo a garanzia della trasparenza dell’azione di sindaco ed assessori. Il 10 gennaio arriva la comunicazione e contiene un elenco di ben 47 delibere. Mi sono subito sorpreso, chissà quale straordinario lavoro avrà prodotto la giunta nei primi giorni dell’anno, invece no. Solo due sono le delibere assunte con la giunta del 2 gennaio. Tutto il resto sono delibere assunte in giunte di dicembre: 15 del 29, 8 del 20, 4 del 16, 1 del 12, 17 delibere addirittura risalenti alla giunta del 9 dicembre. Insomma dalla seduta del 5 dicembre, la giunta comunale è scomparsa dal radar sottraendosi ad ogni dovere di trasparenza e di controllo per riapparire solo il 10 gennaio. Un buco enorme dove la pezza è peggio dello strappo perché la comunicazione arriva con registro di protocollo 10/01/2017 numero … 0! Proprio così. Zero. Non protocollo numero 1, magari la prima attività dell’anno, o 2, la seconda, o non so, magari 10, visto che siamo al 10 gennaio e qualcosa di lavoro si sarà pure prodotto dall’inizio del 2017, no, zero. Tutti i bambini a scuola imparano a contare da uno, ma Loira & co., no, loro sono diversi, bravi ragazzi certo, ma soffrono di discalculia politica e quindi vanno compresi ed aiutati. Siamo all’11 gennaio ed arrivano finalmente i documenti richiesti con l’interrogazione. Risultato? Le casette di Natale? Non esistono. La pista di ghiaccio? La licenza è solo del 2 gennaio con validità fino all’8 gennaio! Le luci di Natale? Autorizzate solo dal 30 dicembre fino all’8 gennaio e su atto del sindaco, che rilascia lui in persona … licenza di impianto elettrico! Il bar nel palaNatale ? Avallato solo politicamente dalla giunta il 29 dicembre per le serate del 16 e del 17 dicembre! Spettacoli del palaNatale? Autorizzati dal dirigente solo il 30 dicembre e fino all’8 gennaio! E chi viene autorizzato a fare gli spettacoli? A chi viene rilasciata la licenza? A Nicola Loria in persona! In sintesi. A Porto San Giorgio si possono mettere casette e fare piste di ghiaccio e aprire bar a piacimento e se ci sono spettacoli da organizzare o impianti elettrici da autorizzare, c’è lui, Nicola Loira. Chiama Nicola, chiama ora, ultimi giorni, straordinaria offerta: non rimandare a domani, quello che puoi avere autorizzato oggi per averlo già fatto ieri! Prefetto e Procura della Repubblica e della Corte dei Conti? Meglio il Tapiro d’Oro ed un velo pietoso sull’ennesimo Natale ben oltre il sottotono da parte di chi ha depresso oltre misura il tessuto cittadino e consentito un’inversione di tendenza per la quale non solo non si viene più a Porto San Giorgio, ma dalla nostra città si va altrove. Portare gente nel proprio bar o negozio dipende dall’esercente, ma portarla in città dipende dall’amministrazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X