facebook rss

Il teatro dialettale fa squadra per la solidarietà, successo per la serata al teatro delle Api

domenica 15 gennaio 2017 - Ore 17:37
Print Friendly

 

Il Teatro della Solidarietà fa ancora centro. Grande successo di pubblico, ieri sera al Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio, per la nona serata di beneficenza di teatro dialettale. Edizione che ha visto come ospite Natasha Stefanenko. Protagoniste le compagnie teatrali: ‘Il quarto di luna’ di Monte Urano, ‘ Gli indimenticabili’ di Torre San Patrizio, ‘De fonte Janni’ di Morrovalle, ‘I gira…soli’ di Castelfidardo, il gruppo teatrale ‘Palmense’ di Marina Palmense ed ovviamente i padroni di casa, l’associazione ‘Teatro della Solidarietà’.

“La serata è andata molto bene – commenta l’assessore Annalinda Pasquali – e ha riconfermato l’ampio pubblico degli anni passati.  Organizzatori che non avevano nascosto un po di preoccupazione visto che la città si è prodigata in questi mesi con tante energia sie dal punto di vista dell’impegno che economico in tante iniziative di beneficenza per i terremotati. Il timore era che questa serata non riuscisse ad attrarre il pubblico invece, ancora una volta, Porto Sant’Elpidio ha dimostrato di essere legata all’Ant e alla Croce Verde, riconoscendo allo stesso tempo il grande lavoro del Teatro della Solidarietà, un’associazione che prosegue scopi sociali ogni anno e non in modo estemporaneo una tantum. Il progetto di quest’anno è mirato a raccogliere fondi per un apparecchio acustico per un impianto per un bambino non udente della nostra provincia. In passato sono stati raccolti fondi per acquistare defribrillatori da donare alle scuole e altre iniziative”.  Tra gli ospiti anche il sindaco di Civtanova Marche Tommaso Claudio Corvatta e l’onorevole Paolo Petrini.

Madrina della serata, che ha visto anche la partecipazione del sindaco Nazareno Franchellucci insieme all’assessore Pasquali, è stata Natasha Stefanenko.  “La sua presenza – conclude Annalinda Pasquali –  ha dimostrato non solo la bellezza esteriore ma anche quella interiore di una donna impegnata anche dal punto di vista del volontariato, estremamente sensibile al tema della ricerca sul cancro”.

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X