facebook rss

Nuova allerta meteo,
summit in Prefettura:
domani scuole chiuse in vari Comuni

PROVINCIA - Condizioni meteo avverse dalla mezzanotte di oggi a quella di mercoledì, nevicate anche a bassa quota. Picco di maltempo previsto per domani. Venti forti e mareggiate
lunedì 16 gennaio 2017 - Ore 16:53
Print Friendly, PDF & Email

Il maltempo non molla il Fermano. E così la prefettura, questa mattina, ha riunito il Comitato operativo per la Viabilità nella sala operativa integrata Soi della Protezione Civile. Presenti, oltre ai referenti della Protezione Civile regionale, provinciale e del comune capoluogo, la dirigente della Sezione Polizia Stradale di Ascoli Piceno e Fermo, insieme ai referenti della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Un briefing in Prefettura

Il briefing tecnico è servito per fare il punto della situazione sull’emergenza “maltempo” e le implicazioni sulla rete autostradale e la viabilità interna principale. Per ciò che concerne lo scenario generale, si riscontra nei comuni dell’entroterra della provincia un livello di neve al suolo tra i 5 e i 20 centimetri, con un peggioramento in relazione alle previsioni meteo delle prossime 24 ore. (Al riguardo è stato diramato oggi un nuovo bollettino di allerta meteo dalla Regione).

I Comuni maggiormente colpiti dal terremoto sono stati investiti dalle precipitazioni nevose, ma, fino a fine mattinata non sono state segnalate criticità significative o situazioni emergenziali inerenti al soccorso tecnico urgente (come riscontrato dall’Arma dei Carabinieri, attraverso i relativi Comandi Stazione, dai Vigili del Fuoco, nonché dalle stesse amministrazioni comunali). Il monitoraggio effettuato dalla Protezione Civile regionale presso la S.O.I. di Fermo, ha riscontrato, allo stato attuale, la chiusura delle scuole per la giornata di domani nei seguenti Comuni: Amandola, Falerone,  Francavilla d’Ete, Montegiorgio (compresi gli istituti superiori), Montegranaro, Monte Urano, Monte Vidon Combatte, Monsampietro Morico, Montottone, Montefortino, Montefalcone Appennino, Montelparo, Moresco (anche mercoledì) e Smerillo.

Il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro ha comunicato la chiusura degli Istituti Superiori. Per materne, elementari e medie del capoluogo, ha sottolineato lo stesso Calcinaro, al momento non si ravvisano le condizioni per la chiusura.

Allo stato attuale, l’intera viabilità interna primaria (strade provinciali) è transitabile (con gomme termiche e/o catene montate) e non si registrano gravi emergenze. Criticità specifiche si sono riscontrate sulla strada provinciale Monterubbianese (nei pressi del centro abitato di Monterubbiano in direzione Petritoli) e sono in corso gli interventi di pulizia della strada; si registra il traversamento di un camion in contrada Varesimo (Monterubbiano) che necessita di interventi per la rimozione. Particolare attenzione deve essere riposta sulla percorrenza della strada provinciale Garulla (direzione “Rifugio Città di Amandola”, Campolungo) per la neve e la possibile formazione di ghiaccio nelle ore notturne. Si raccomanda la massima prudenza nella circolazione stradale”. Sul fronte A14 chiusi i caselli autostradali di Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio e Pedaso, direzione sud, per i mezzi pesanti (da 75 quintali). Guardando a domani, il centro funzionale regionale della Protezione civile, come annunciato dalla prefettura, ha diffuso un avviso di condizioni meteo avverse dalla mezzanotte di oggi fino alla mezzanotte di domani. Si prevede: “la persistenza di un minimo barico sull’Italia meridionale continuerà a determinare condizioni di maltempo anche sulla nostra regione, specie nel settore meridionale, con abbondanti precipitazioni ed un rinforzo della ventilazione. Situazione in graduale miglioramento dalla giornata di giovedì”. Sul fronte neve si prevedono: “Precipitazioni diffuse e persistenti nel comparto montano ed alto-collinare, con cumulate elevate a fine scadenza, puntualmente molto elevate nel settore meridionale. Precipitazioni diffuse nel comparto collinare e costiero, con cumulate moderate a fine scadenza, puntualmente elevate nel settore meridionale. Limite delle nevicate attorno ai 150-200 m nel settore centro-settentrionale; nel settore meridionale attorno ai 200-300 metri nella mattinata di martedì, ma in lieve rialzo dal pomeriggio. Le nevicate saranno possibili localmente anche a quote più basse in occasione dei fenomeni più intensi”. Il  vento, invece, soffierà “da nord-est, di intensità media di vento forte e raffiche fino a burrasca forte più probabili lungo la fascia costiera”. E si arriva al mare: “Agitato, con mareggiate lungo tutto il litorale”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X