facebook rss

Patrocini, i 5 Stelle:
“Non si è rispettato il regolamento comunale”

martedì 17 gennaio 2017 - Ore 16:04
Print Friendly

“Interveniamo sulla questione della revoca del patrocinio concesso in occasione del prossimo convegno a Porto S. Elpidio che vedrà ospite Gianfranco Fini. Riteniamo doveroso ritornare sull’argomento in quanto circa tre mesi or sono siamo stati gli unici a sollevare la questione della concessione degli stessi patrocini da parte dell’amministrazione senza criteri oggettivi ma a seconda della convenienza politica”. Così il Movimento 5 Stelle di Porto Sant’Elpidio, tramite Massimo Spina, interviene sul dibattito in merito alla concessione dei patrocini in città.

“Ricordiamo  anche che esiste un regolamento che disciplina la questione dei patrocini – spiegano i 5 Stelle – e che sarebbe sufficiente la sua semplice applicazione per evitare cadute di stile e sospetti quanto mai fondati. Nel regolamento si legge che il patrocinio può essere concesso ad iniziative di ‘particolare valore culturale’ non facendo alcun riferimento ad un eventuale contraddittorio, né ad un fantomatico criterio di ‘duplicità’ non presente nel regolamento, invocato nell’occasione probabilmente per creare i presupposti per la revoca del patrocinio stesso.
Senza voler sposare ormai superate ideologie di destra o di sinistra, appare evidente a tutti che un’iniziativa può avere un suo valore culturale senza che necessariamente sia garantito un contraddittorio”.

Cinque Stelle che aggiungono: “Non vorremmo che il patrocinio sia stato revocato solo perché il relatore non rispecchia l’ideologia dello schieramento politico che governa la nostra città dando la dimostrazione, qualora ve fosse ancora bisogno, della parzialità e della faziosità di chi non riconosce pari dignità alle idee altrui. Fu lo stesso Sindaco a dichiarare in Consiglio Comunale che avrebbe concesso il patrocinio a qualsiasi iniziativa avesse portato lustro alla Città di Porto S. Elpidio e che i regolamento era troppo restrittivo. Ma è oggi lo stesso Sindaco, tramite la creazione del criterio della ‘duplicità’ a rendere lo stesso regolamento più restrittivo di quanto non sia. In conclusione, riteniamo che, ancora una volta, non sia stato osservato il regolamento comunale e il requisito dell’imparzialità che deve attendere ad un pubblica amministrazione sia per Porto S. Elpidio ancora una chimera”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X