facebook rss

Fermana, Petrucci: “Non importa chi fa gol, basta che festeggiamo tutti insieme”

SERIE D - "I rossoblù non sono spacciati, sono giovani determinati che vorranno mettersi in mostra e venderanno cara la pelle" aggiunge l'esterno canarino in merito al derby di domenica contro la Civitanovese. Il Prefetto ha disposto la prevendita obbligatoria nominativa per gli ospiti
giovedì 19 gennaio 2017 - Ore 16:57
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Petrucci, classe 1991, festeggia un gol

FERMO – Dopo la sosta di martedì, decisa in considerazione del rinvio del recupero di mercoledì e del fatto che la Fermana aveva ripreso a lavorare subito lunedì, tradizionalmente  giorno di riposo per i calciatori, ieri la Fermana è tornata a lavorare al coperto. Oggi di nuovo all’aperto, sul sintetico di Capodarco, in vista del derby contro la Civitanovese del nuovo allenatore Cevoli, che pochi giorni fa ha preso il posto dell’esonerato Caneo.

Contro i rossoblù non ci sarà lo squalificato Misin (una giornata per somma di ammonizioni) e forse Destro concederà un turno di riposo a qualche diffidato. Al contrario mercoledì prossimo, 25 gennaio, quando si recupererà il fondamentale scontro la vertice contro il San Nicolò, la squadra dovrebbe essere al completo.

Tra i protagonisti del girone di andata, per lui da incorniciare, c’è l’esterno offensivo Andrea Petrucci: tanti gol ed altrettanti assist che hanno contribuito a catapultare la Fermana al primo posto del girone F della Serie D. Uno splendido ritorno, il suo, alle pendici del Colle Sabulo, dove diversi anni in cui aveva già fatto molto bene da under (era il 2009/10 e Andrea appena diciottenne), e dove ora si ritrova, fortemente maturato, a dare ogni settimana il suo prezioso contributo per la causa comune.

“Ero veramente giovane nella mia prima esperienza, ma già avevo stretto un ottimo feeling con tutto l’ambiente. Sognavo di tornare in categorie importanti e di poter vestire di nuovo questi colori, che ho sempre cercato di onorare – ha esordito il classe 1991 –è innegabile che il mio ritorno in questa piazza così speciale mi abbia fatto enormemente piacere ed ora anche i risultati ci stanno premiando. Quello che ognuno di noi realizza a livello personale è merito di tutto il gruppo che mette ogni elemento in condizione di fare bene – ha proseguito Petrucci – senza nessuna retorica, quello che conta per noi è solo la vittoria della squadra. Per questo sono contento sia quando realizzo personalmente sia quando permetto ad un compagno di andare in gol, basta che al 90° possiamo festeggiare tutti insieme. Adesso dobbiamo pensare solo a lavorare e a continuare su questa strada, approcciando nel modo giusto ogni incontro e non dando mai nulla per scontato”.

“La grande fiducia riposta in me da tutto l’ambiente e in special modo dal direttore Conti e dal mister Destro mi ha molto giovato – ha spiegato il talentuoso numero 7 canarino – sono ancora giovane ma ho dovuto fare tesoro dei miei limiti e degli errori commessi in passato per maturare e per guadagnarmi ogni giorno la stima di tutti. Questa serenità mentale, insieme all’entusiasmo che sento e all’esperienza della scorsa stagione, è stata fondamentale per la mia crescita e questo in campo dà i suoi frutti. Domenica ci aspetta una gara tostissima, il derby con la Civitanovese – ha concluso Petrucci – i rossoblù non sono affatto già spacciati, anzi. Sono un gruppo di ragazzi determinati che vorranno mettersi in mostra davanti al pubblico e al nuovo allenatore: venderanno carissima la pelle. Sarà dunque una di quelle partite da preparare bene a livello mentale, con addirittura un pizzico di caparbietà in più del solito. Nessuno di noi, come ripete sempre il mister, pensa alla classifica: rimaniamo umili, ci impegniamo sempre al massimo e ragioniamo gara dopo gara. I conti si faranno solo alla fine. Il nostro obiettivo è quello di onorare ogni volta la maglia, di ripagare società ed ambiente della fiducia che ci danno e di arrivare più in alto possibile. Se continuiamo con questo spirito combattivo e questa voglia di sacrificio potremo toglierci delle belle soddisfazioni”.

Prevendita obbligatoria per gli ospiti – In vista dell’incontro tra Fermana e Civitanovese, in programma domenica 22 Gennaio ore 14:30 presso lo Stadio “Bruno Recchioni” di Fermo, la Prefettura di Fermo, a causa dei profili di rischio per l’accesa rivalità esistente tra le due tifoserie, ha disposto la vendita dei tagliandi per il settore ospiti nel limite della capienza stabilita dall’Autorità di Pubblica Sicurezza (leggi l’articolo).

Tagliandi in vendita nelle ricevitorie individuate dalle due società sportive sotto responsabilità delle stesse, previa esibizione da parte dell’acquirente di un documento di identità, fino alle ore 19.00 del giorno antecedente la gara, nonché l’impiego nel settore ospiti di volontari della società ospitata con casacche riconoscibili (simili a quelle degli steward).

Allenamento odierno della Fermana sul sintetico di Capodarco (Foto Manio Grandoni)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X