facebook rss

Omicidio Emmanuel, don Vinicio:
“Il patteggiamento? Lo accetto,
in questi mesi cattiverie inutili”

FERMO - Il presidente della comunità di Capodarco: "Amedeo poteva agire anche in altro modo. Ma è ragazzo semplice, che non sempre controlla i suoi impulsi. Resta la necessità di non abbandonare Chenyere e di esaudire il suo desiderio di far rientrare la salma di Emmanuel in Nigeria"
giovedì 19 gennaio 2017 - Ore 14:10
Print Friendly, PDF & Email

Don Vinicio Albanesi

Don Vinicio Albanesi, presidente della Comunità di Capodarco di Fermo, in Ecuador per una missione in una comunità di bambini disabili, ha appreso del patteggiamento e della condanna a 4 anni ad Amedeo Mancini per la morte di Emmanuel Chidi Nnamdi e ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Il patteggiamento (leggi l’articolo) mette fine a una vicenda che ha portato a una morte inutile e violenta. Fin dall’inizio ho voluto tenere alto il concetto del rispetto della persona. Ed Emmanuel era un uomo che non aveva fatto niente di male, non aveva nulla ed era fuggito da una terra crudele. E’ un patteggiamento che accetto, al di là dei contorcimenti giuridici tra aggravanti e attenuanti. Amedeo poteva agire anche in altro modo. Ma è ragazzo semplice, che non sempre controlla i suoi impulsi. Resta la necessità di accompagnare e non abbandonare Chenyere e di esaudire il suo desiderio di far rientrare la salma di Emmanuel in Nigeria. In questi mesi le cattiverie di alcuni mi sono sembrate inutili e anche gratuite, i commenti e le reazioni potevano rimanere ai fatti e non accanirsi sulle persone”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X