facebook rss

Via le barriere architettoniche
e spazio alla street art:
la stazione si prepara a un nuovo look

PORTO SAN GIORGIO - Incontro, questa mattina, nella stanza del sindaco, tra i vertici della Direzione Territoriale di Ancona della Rete Ferroviaria Italiana e l’amministrazione comunale
giovedì 19 gennaio 2017 - Ore 18:10
Print Friendly, PDF & Email

Alla presenza dell’assessore Catia Ciabattoni, dell’architetto comunale Sauro Censi, dell’ingegnere di Rfi Paolo Stendella e dell’architetto di Rfi Paolo Monaco, il primo cittadino Nicola Loira ha invitato i rappresentanti delle Ferrovie a visionare i lavori che si stanno completando in piazza Matteotti. E’ stato chiesto alle Ferrovie un intervento di riqualificazione della facciata della stazione, parte integrante dell’area ed elemento di rilievo architettonico sul lato est.  Loira ha rappresentato la necessità che la facciata ed il muro lungo viale Cavallotti e via Crispi siano coerenti al nuovo decoro che la zona sta assumendo. Rfi, attraverso i suoi rappresentanti, si è detta disponibile a sostenere un intervento sulla scalinata frontale e sulla fontana. “Il Comune – fanno sapere dall’amministrazione – ha poi sottoposto un’idea di riqualificazione di un tratto del muro perimetrale della stazione prevedendo un arredo suggestivo. Le Ferrovie, pur avendo espresso un parere molto positivo, si sono riservate di valutare mi modi e i termini della compartecipazione all’opera.
L’assessore Catia Ciabattoni, che ha favorito l’incontro tra le parti, ha chiesto tra le altre cose di valutare l’ipotesi di abbellire i sottopassi carrabili e pedonali (tra cui quello di collegamento con piazza Mentana) favorendo interventi di “street art”, sulla scia di quelli realizzati al mercato coperto e che si notano in alcune delle principali città italiane. Le Ferrovie, anche in questa occasione, si sono espresse favorevolmente aggiungendo la volontà di concordare con l’amministrazione un contributo economico.  Loira ha infine sottoposto la questione dell’abbattimento delle barriere architettoniche per l’accesso alla stazione e ai treni: come precedentemente richiesto dall’associazione “Zerogradinipertutti”, ha rappresentato gli interventi che sono stati effettuati in città e il criterio che ispirato la realizzazione delle opere pubbliche, da Bambinopoli, alla ciclopedonale di viale Cavallotti fino alle ex Canossiane. Anche da questo punto di vista, le Ferrovie hanno palesato un’apertura, sostenendo che sono nei loro programmi interventi in favore della piena accessibilità e per la massima frequentazione in sicurezza degli spazi ferroviari.
Per il sindaco Loira quello di oggi è stato un “Proficuo confronto caratterizzato dalla massima disponibilità delle parti, Rfi ha preso atto del valore del loro immobile nell’ambito del tessuto urbano. Continua la collaborazione su più fronti, seguiranno altri incontri per favorire l’esecuzione di opere per alcune delle quali è necessario il parere della Soprintendenza”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X