facebook rss

Neve e sisma, ritorno alla normalità a Petritoli dopo un duro lavoro

lunedì 23 gennaio 2017 - Ore 18:31
Print Friendly, PDF & Email

 

di Alessandro Giacopetti

“Lo scenario che ci siamo trovati di fronte dalle prime ore di martedì 17 gennaio, con almeno mezzo metro di neve e le strade impraticabili era davvero preoccupante: dalle 3 del mattino mediante i mezzi guidati dagli operai del Comune abbiamo cercato di riaprire le vie di comunicazione ostruite dalla neve e dalla caduta di rami degli alberi. Abbiamo collaborato anche con una ditta privata. Col supporto della Provincia di Fermo che si è occupata delle strade di loro competenza, ci siamo concentrati sopratutto sulla ventina di chilometri costituiti da strade rurali, nelle campagne, iniziando col facilitare l’uscita alla Guardia Medica e procedendo poi da quelle più popolose”.
Così Luca Pezzani, sindaco di Petritoli, ricorda una settimana difficile per il suo comune a causa delle abbondanti nevicate che si sono sommate al ritorno di scosse sismiche. Ad emergenza oramai conclusa il sindaco non dimentica di ringraziare coloro i quali hanno permesso che tutto andasse per il meglio e che i disagi per i cittadini fossero risolti nel tempo più breve. Tra i problemi maggiori per la popolazione petritolese va riscontrata anche l’interruzione dell’energia elettrica del martedì, durata circa 12 ore, salvo per la zona San Marziale dove la corrente è tornata il mercoledì intorno all’ora di pranzo.
“Siamo riusciti, quindi, a ripulire le strade comunali e renderle transitabili – aggiunge il sindaco Pezzani – intervenendo nei confronti di chi aveva maggiormente bisogno. Numerose le chiamate arrivate al numero telefonico delle emergenze collegato alla Protezione Civile e coordinato dagli Uffici del Comune”.
Un plauso il sindaco Pezzani lo rivolge ai volontari della Protezione Civile Comunale per aver liberato a colpi di pala il centro storico, creando percorsi pedonali tra la neve e rivolgendo particolare attenzione agli accessi delle case di famiglie con anziani. “Da venerdì 20 gennaio, complice anche il miglioramento delle condizioni climatiche, siamo riusciti a liberare tutto il centro storico così da permettere a negozi e bar di riprendere la normale attività. Il tutto con la collaborazione di assessori, consiglieri e dei dipendenti comunali, in particolar modo degli operai. Sono loro che hanno lavorato per 15 ore di fila ogni giorno per cercare di intervenire ovunque”.
Giovedì 19 gennaio, le scuole, chiuse dal lunedì precedente, hanno riaperto dopo i dovuti controlli da parte della Protezione Civile comunale, i quali non hanno riscontrato alcun problema alle strutture a seguito delle scosse sismiche. E’ stato anche ripulito tutto il piazzale dalla neve e controllate sia le scale antincendio che le vie di fuga.
Nei prossimi giorni, forse già dalla prossima settimana, dovrebbero riprendere i lavori alla chiesa della piccola frazione di Moregnano, danneggiata dalle scosse del terremoto di agosto 2016.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X