facebook rss

Fermana, D’Angelo:
“A San Marino la prima
di dodici finali”

SERIE D - L'esterno d'attacco, dopo la pausa imposta dalla radiazione del Chieti dal torneo, scalda i motori per la ripresa di campionato
giovedì 9 febbraio 2017 - Ore 01:56
Print Friendly, PDF & Email

L’esterno offensivo D’Angelo

FERMO – Un Massimo D’Angelo a tutto tondo quello che ha incontrato ieri la stampa per fare il punto insieme ai cronisti sulla ripresa dell’attività agonistica, dopo la settimana di sosta ed in attesa della trasferta di domenica nella tana del San Marino.

“Mi aspetto una partita tostissima – ha esordito il furetto abruzzese – i biancoazzurri sono una formazione che in casa ha sempre fatto bene, arrivando a rete e conquistando tanti punti, specie da quando hanno cambiato allenatore. Conosco mister di Di Meo con il quale ho condiviso l’esperienza a Giulianova: ogni volta che subentra in panchina impone la sua mentalità e centra l’obiettivo. C’è quindi da aspettarsi la solita battaglia, la prima delle dodici “finali” che comunque ci aspettano fino alla fine del campionato – ha proseguito D’Angelo – quest’anno il girone è equilibrato come non era da anni, con la Vis Pesaro che ha perso un po’ di terreno ma è come diverse altre formazioni ancora pienamente in corsa ed il Matelica che, per rosa e investimenti, è sempre la candidata numero uno alla vittoria finale. Noi, come ripete il mister, non dobbiamo preoccuparci della classifica ne’ guardarla ora, consapevoli che non abbiamo fatto nulla, che manca tantissimo e che fino all’ultima giornata ci sarà da dare tutto. Logico che siamo avanti e ci piacerebbe mantenere il nostro vantaggio, specie quando ci saranno gli scontri diretti”.

 

“A livello personale devo ringraziare la società e l’allenatore per avermi dato fiducia e tranquillità dopo un periodo non esaltante e la squadra per avere permesso subito a tutti noi nuovi di integrarci e mettere in luce le nostre qualità – ha concluso il brillante esterno – speriamo di continuare così. In avanti siamo molto bene assortiti e ci intendiamo a meraviglia qualsiasi siano gli interpreti chiamati in causa. Chiunque scende in campo fa la sua parte e si ragiona sempre partita per partita. I risultati e le occasioni che creiamo sono frutto dell’abnegazione e del lavoro settimanale di tutto il nostro fantastico gruppo. Domenica, dopo la sosta che ci ha aiutato a mettere altra benzina nel motore e a ricaricare un po’ le pile, dovremo affrontare la partita con lo stesso spirito che ha contraddistinto le ultime uscite con Civitanovese, San Nicolò e Vasto, con determinazione e concentrazione altissime, fino al 90′. Come dice il Mister siamo una squadra operaia, con minori qualità tecniche rispetto ad altre formazioni, ma con una fame e una voglia di dire la nostra che sono un grande viatico per il cammino che ci aspetta”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X